Il beccamorto

Avendolo appellato in tal modo nel precedente post, mi sento in dovere di corroborare l’ epiteto affibbiatogli, con una serie di fatti incontrovertibili che lo vedono, suo malgrado, presente e partecipe nelle altrui (e talvolta sue) disgrazie. Lungi da me, quindi, ogni sospetto di intento dileggiante o, peggio, denigratorio. Si tratta invece di umane vicende che ne stigmatizzano la nefasta influenza, spesso sui suoi cari amici. continua

Advertisements

Zio Michele

Ad onorare le promesse non ci pensa proprio, per quanto possa esser tale una fatta a milioni di italiani in diretta RAI. In fondo si comporta come un politicante qualsiasi. Meglio far finta di niente, magari se ne dimenticano tutti. continua

Fiesta!

Quest’ estate leggevo un inutile articolo a firma di Andrea Scanzi – l’ uomo che ha da poco raggiunto la pace tricologica – su una festa in Costa Smeralda nella quale ha cantato Sting che “Di sicuro ha cantato per festeggiare gli 80 anni della sorella di Putin“, organizzata dal magnate russo Usmanov, presente anche Berlusconi: un po’ di bufale sparse, ma va bene lo stesso, tanto è Scanzi che le scrive. continua

Fuoripista

Mi piacciono tanto quei filmati dove intrepidi sciatori disegnano sinuose tracce su coltri di nevi immacolate. Scendono in fuoripista su quei candidi e soffici manti, su pendii sconosciuti, lasciando la firma di una discesa memorabile. Pensarci oggi sarà pure fuori stagione, ma evocarli mi rinfresca. Poi però mi chiedo: è solo un fuoripista o qualcuno li depista? continua

Tricologia d’ immagine

La caduta dei capelli è la vera tragedia dei nostri tempi, altro che debito pubblico, pil spread tric e trac. La testa asfaltata di Berlusconi ne è l’ immagine ricorrente più vista in assoluto, tanto che, narrano le leggende, vi siano ben 7 paggi addetti ogni mattina a riallineare i peli trapiantati. continua