Il beccamorto

Avendolo appellato in tal modo nel precedente post, mi sento in dovere di corroborare l’ epiteto affibbiatogli, con una serie di fatti incontrovertibili che lo vedono, suo malgrado, presente e partecipe nelle altrui (e talvolta sue) disgrazie. Lungi da me, quindi, ogni sospetto di intento dileggiante o, peggio, denigratorio. Si tratta invece di umane vicende che ne stigmatizzano la nefasta influenza, spesso sui suoi cari amici. continua

Come le frecce dei Carabinieri

Col Fatto Quotidiano basta osservare il celeberrimo proverbio cinese “Siediti lungo la riva del fiume e aspetta, prima o poi vedrai passare il cadavere del tuo nemico“. Non sono per me dei nemici, né aspetto il loro cadavere, vedo semmai che basta aspettare e, prima o poi, cascano nell’ opposto di quello che hanno predicato nel passato. Quello che però a lor signori sfugge è che ci possa essere qualcuno che ha ancora un po’ di memoria. Aggiornato dopo la pubblicazione; aggiornamenti al termine del post. continua

L’ umanità… nelle sue pieghe più nascoste…..

Qui lo dico poi mi smentisco, predico bene e razzolo male, nego l’ evidenza ma c’ho ragione. Poichè questa è la cifra del suo giornalismo, è inevitabile che prima o poi qualcuno la prenda per i fondelli, facendole fare una figura barbina fino a deriderla. Il peggio che  possa capitare è che lo sbeffeggio arrivi da due bei soggettoni come Sgarbi e Belpietro, ma se te la vai a cercare col lanternino, è normale che accada, se gli offri assist perfetti, anche loro mica son proprio scemi, era fin troppo facile. Lei però, “generosa, esigente e curiosa”, è interessata a ” l’ umanità… nelle sue pieghe più nascoste…“. continua