La prova costume del Fatto Quotidiano

Un nuovo governo al mese mi sembra davvero troppo, anche se può servire a vendicchiare qualche copia in più. Ma non ce lo possiamo permettere. E allora cosa rimane? Le pagine degli esteri? Crisi Ucraina/Russia, e le reazioni di USA ONU EU… ecc…: ma se sono quasi sempre scritte per sentito dire! Oroscopo e previsioni del tempo? Sport? Insomma, per trovare notizie (vere e di prima mano) sul Tossico serve davvero la bacchetta del rabdomante.

Anche sobrie inchieste interne (tipo “Aragoste e vibratori: l’ orgia della casta“) non sembrano attizzare la libido dell’ uligano foruncoloso: a che gli serve il Fatto Quotidiano, quando online trova youporn? Non c’è match, quindi non compra. Non paga nemmeno il quotidiano attacco al Premier, tutti i giorni in prima pagina con titolo o vignetta dileggiante o catastrofista. A pensar male, sembra un lavoretto su commissione, come se Renzi preoccupi l’ amico Peppe in vista delle elezioni europee, ma sono solo illazioni. Pure le ricorrenti contumelie a Napolitano ormai hanno stufato. Ma è l’ inesistente “trattativa” che ha davvero sfrantecato i coglioni, anche ai più boccaloni (difatti i commenti online si contano si e no a qualche decina). E mentre il processo si trascina stancamente, le ultime notizie dalle aule palermitane stanno svelando tutta una serie di cretinate, da sempre avvalorate dal loro PM di riferimento e propagandate dagli Olindo e Rosa da Palermo. Insomma, un disastro.

Eppure a Marzo esordiva la fuffa inchiesta della Borromeo sul sesso giovanile (1) (2), che tanta ilarità aveva sollevato in rete, dipinta divinamente in un sublime articolo di Nebo. Sembrava una partenza spumeggiante, nel puro stile cazzate a ruota libera, tipico della testata che si ispira a Biagi e Montanelli. Solo che il rancoroso Vice-capocomico le critiche non le aveva prese bene, e nella sua sobria ed elegante reazione, vergava stentoree parole di fuoco: “...spero che alla fine la merda che ha sparso in questi giorni gli verrà ricacciata in gola.” Se davvero valesse l’ equità nei giudizi, egli avrebbe da mangiare per secoli, sperando abbia damigiane di collutorio a portata di water.

Ma passata la buriana, di nuovo un mese monotonico, il marzo 2014 del Tossico, giornaletto di poche pagine, dove coi ritagli del giorno prima, fai il giornale del giorno dopo. Escluso quello del lunedì: a quello ci pensa Uccio (ed infatti non lo contano nemmeno), al quale non hanno detto che è il direttore del nuovo Misfatto. Ma forse già sospetta qualcosa il povero Sansa, visto che ospita il contributo del Vice-capocomico, il quale prova a far ridere l’ uligano con le sue battutelle da Bagaglino.

E allora, tirate le somme, saranno queste la ragioni di un -8% circa di vendite su base mensile?

Dati medi mensili stimati dichiarati dall’editore ad ADS

  • Dati Mensili Stimati Febbraio 2014 | Quotidiani e Settimanali
Testate N.ri nel periodo Tiratura media Diffusione media Resa Totale vendita Vendita canali prev. disp. di legge Abbon. pagati Totale pagata
FATTO QUOTIDIANO (IL) 24 103.066 49.479 53.565 47.837 47.837 1.281 49.118
  • Dati Mensili Stimati Marzo 2014 | Quotidiani e Settimanali
Testate N.ri nel periodo Tiratura media Diffusione media Resa Totale vendita Vendita canali prev. disp. di legge Abbon. pagati Totale pagata
FATTO QUOTIDIANO (IL) 26 99.576 45.434 54.138 43.822 43.822 1.252 45.074

Resa stabile oltre il 50% sulla tiratura, anche con 4.000 copie stampate in meno. Ma perchè quelle 4.000 sono esattamente il calo di vendita. Infatti i totali di vendita e pagata scendono di 4.000 unità. Pure le 20.000 copie per la libertà (gli abbonati al pdf online) passano da 12.551 a 12.588, solo 37 in più. Gli abbonati al cartaceo invece si conoscono per nome: possono bastare un 20 pullman e li portano tutti in gita ad Arcore, con Mastrota che intanto vende pentole: un affarone! Bei tempi quando c’ era il banana, mentre oggi anche lo share del socio, Zio Michele, piange miseria (5.68%, bello scarsino).

Se invece il dimagrimento vendite è per l’ imminente prova costume, allora sono pronti.

Advertisements

42 thoughts on “La prova costume del Fatto Quotidiano

  1. HO assistito alla conferenza stampa del GRILLO CAMPESTRE devo dire che se le novita che ha enumerato (come invenzioni) sono vere VOTO PER LUI anche se ci saranno minimo il 40% delle aziende chiuderanno–UNA sola non mi ha convinto (cito le sue parole non sono di abitudine cosi volgare) HANNO inventato un CESSO che quando vai a cag… analizza la merda che fai e spedisce l’analisi al dottore il quale ti telefona per dirti le porcherie che hai mangiato,MA..MA.. E’ un’invenzione antieconomica perche il dottore devi pagarlo lo stesso–MENTRE ha dimenticato di PULIRE IL CULO automaticamente- immaginate quanta ecoomia di carta igenica si farebbe e nello stesso tempo ECOLOGICAMENTE di un valore immenso salvando molte piante

    PS scusate termino perché scrivendo queste cose mi é venuto un bisogno inpellente………

  2. Ecco come fare propaganda in vista delle elezioni europee: con una sitcom!
    Spettacolo e politica, interpreti e racconto, web e tv, il connubio ormai è ufficiale.
    Al minuto 4.12 l’ingresso della guest star.

    • Sulle prime mi è sembrato Daniele Luttazzi. Mi sarebbe piaciuto davvero che fosse lui, date le sue posizioni su Grillo e il suo MoVimento fin da tempi non sospetti.

      • Luttazzi non avrebbe mai accettato di dire battute scritte dagli stessi pessimi autori di Grillo scelti da Gianrobby.
        O scopiazza da Hicks e Carlin o niente!

        • Il che è un peccato: perché se i plagi sono innegabili – e imperdonabili le giustificazioni, autentici insulti all’intelligenza sua e altrui – altrettanto innegabile è la sua dissacrante intelligenza.
          Il desiderio di impadronirsi della comicità degli autori americani che tanto ama lo ha tradito, accecandolo al punto da non capire che proprio i fans sarebbero stati i suoi più accaniti giustizieri.

  3. GRILLINI AIUTO!!!!!!! puo darsi che sono in ritardo MA SONO VENUTO A CONOSCENZA DELLA PIU GROSSA BALLA DEL GRILLO CAMPESTRE–ORA vi domando dove SONO I 42 MILIONI DI RINBORSO ELETTORALE????????????????—LART. 5 DELLA LEGGE 6 ,luglio 2012 n) 96 ENTRATA IN VIGORE IL 27 LUGLIO 2012—–PER AVERE DIRITTO AI RIMBORSI ELETTORALI I PARTITI O MOVIMENTI POLITICI –DEBBONO DOTARSI DI UNO STATUTO—ora il movimento di GRILLO PARLANTE non ha uno statuto conforme alla legge sopra detta tutto quello che é andato a SBRAITARE E’ FALSOOOOOOOOOO–molti chiedono la ricevuta del deposito dei 42 MILIONI dove ééééééééééééééééééééééééééééééééééééééééé!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Si sapeva, si sapeva… ma è una di quelle cose che tutti ignorano (o fingono di ignorare, non so), un po’ come il fatto che se il Porcellum che non dava la stessa maggioranza al Senato e alla Camera era colpa della Costituzione e non di Calderoli, o il video di Grillo che dice ai suoi che è contento che Napolitano non gli abbia dato l’incarico perché non i suoi sono in grado di governare. Cose risapute e certificate, ma che i media si ostinano a nascondere, e si che sarebbero anche notizie… io non riesco a capacitarmi, ma è così.

    • RISPONDO ai GRILLONZI—Mi sono letto la legge N°96 e i vari commi–LO STATUTO deve essere conforme ai principi democratici nella vita interna con particolare riguardo alla scelta dei candidati al rispetto delle minoranze e ai DIRITTI degli iscritti—LO STATUTO per avere diritto ai rinborsi deve e”ssere inviato entro 45 giorni al presidenti della camera e del senato dove sara elencato L’organo che deve approvare il rendiconto dell’esercizio e l’organo responsabile della gestione economica finanziaria….

      PS–GLI eventuali milioni che spettano verranno inviati dalla tesoreria dello stato IN TRANCE entro un anno– a quel punto il ricevente puo destinare o ritornare le somme ricevute–MA se GRILLO non ha inviato lo statuto completo di un conto bancario il rinborso non sarebbe mai stato pagato ecco perche dei milioni che dice di aver rifiutato non c’é traccia

  4. Ieri sera,mentre stavo cazzeggiando su youtube, sono ritornato sul famoso video dello scontro tra Bersani e Andrea Scanzi.
    Con tanta e viva sorpresa mi sono reso conto che per visualizzare il video dell’intervento integrale dovevo accedere per dimostrare la maggiore età,il video infatti reca l’avviso riguardante i contenuti(Linguaggio, Nudità, Scene di sesso, Violenza e Uso di droghe).
    Allora mi chiedo tra me e me:come mai?
    Non mi risulta che Scanzi durante l’intervento fosse nudo ,abbia avuto un rapporto con la Gruber in diretta,o avesse fatto uso di sostenze stupefacenti(nel suo caso il tavernello);semmai aveva rimediato una sonora figura di merda ,ma anche in questo caso definirla “violenza” sarebbe eccessivo.
    Poi la rivelazione:vuoi vedere che molti di quei zelanti pugnettari pentacretini dal click facile si sono messi in massa a flaggare l’intervento integrale sul canale youtube di La7, per dirottare i vari utenti sui video editati?
    Gli stessi video in cui sembra che Scanzi faccia la parte del leone e non del coglione;un’amara conclusione insomma:Scanzi,che riproduce fedelmente il verbo del blog, riesce a fare bella figura solo nei video taglia&cuci messi a disposizione dagli uligani del movimerdo.
    Che tristezza,per intanto ho fatto uno screenshot della schermata.

      • Lo ammetto:mentre lo scrivevo,avevo pensato al tuo lavoro ,Detestor.
        PS Strano ,oggi il video è tornato disponibile su youtube
        Ah ,le coincidenze (una tempistica abbastanza inquietante)
        PPS Tanto uno screenshot feci
        😀

  5. RENZO C o io sono rincoglionito o il tuo blog é infettato da un virus “grilloidale”visti i voti negativi ma questo non mi fa scappare semplicemente ho dovuto passare una “divisione” con risposta finale -TUTTO BENE SPERIAMO DI RIVEDERCI TRA 6 MESI”(tra me e me gli ho detto –ma va da grillo–vediamo i progressi del nostro GRILLOIDE–
    La settimana scorsa era a Napoli a seguire il “tronbone” e incontra un amico che non vedeva da anni ,dopo i vari convenevoli il grilletto gli dice –io sono sposato ho tre grillini e abito a Milano–L’ amico gli dice devo venire a Milano la settimana prossima vorrei conoscere la tua famiglia-nessun problema e gli da un biglietto da visita con l’indirizzo e aggiunge-Quando arrivi davanti al portone dai un calcio e entri ,arrivi davanti all’ascensore e lo chiami con un colpo di gomito entri e ancora col gomito spingi il numero6 arrivato la seconda porta a destra e il mio appartamento sempre con il gomito suoni il campanello e verremo ad aprirti–l’amico un po turbato dice al grilloide-ma perché devo prendere a calci il portone e spingere i bottoni con il gomito??- MA E’ semplice dice il GRILLOIDE NON VORRAI VENIRE A MANI VUOTE……………..sic………..

    PS–GRILLINI andateci piano soffro di cuore MERCI

    • Non mi stupisce che qualche grillonzo passi da qui.
      Facciano un po’ quel che gli pare, tanto noi scriviamo lo stesso quel che ci pare.
      1-1 palla al centro 🙂

  6. In redazione sembrano aver pensato (come in un episodio dei simpson in cui la cuoca della scuola a corto di cibo per la mensa e il preside Skinner in eccesso di studenti si accordano per mangiarli) che siccome sia loro che zio Michele sono in crisi di pubblico è il caso di aprire un nuovo fronte polemico nientemeno con grillo. Non so se funziona ma per ora ha prodotto risultati imbarazzanti come un’intervista pilatesca di Travaglio ad “un giorno da pecora” (appunto) e un’intervista di Gomez a Santoro che sembra un dialogo fra Noè e Dio.

    • Sto pensando di scriverci un post sull’ intervista a zio Michele: ci sono talmente tante puttanate che fatico a trattenermi (e di scrivere non ne avrei nemmeno voglia).

    • Molto interessante lo scazzo “zio Michele-sexyTravy”. Io la vedo così.
      Santoro è solo uno schiavo degli ascolti. Si è reso conto che, continuando a fare una trasmissione appecorinata a Grillo, non fa che perdere pubblico.
      In particolare, perde tutta quella fetta di persone di sinistra, in senso lato, che magari non votano più PD o lo fanno turandosi il naso, ma non sono disposti a vendere il cervello al trippone di Sant’Ilario. Quindi, vuole cambiare rotta.
      Magari, tra l’altro, essendo più buoni con Renzi ci scappa anche un rientro in Rai.
      Travy, da questo punto di vista, è più coerente, nella sua follia. Ha deciso che Grillo è l’eroe che deve purificare il Paese e lo seguirà fino alla morte. Basta guardare il FQ, del resto: continua a perdere lettori a rotta di collo, ma lui non si sposta di un millimetro. Sempre adeso alle natiche di Beppe.
      Comunque, è bello notare che la libertà di stampa, in tutto questo, non c’entra una mazza. E’ solo uno scontro tra primedonne. Per i due sedicenti paladini dell’informazione libera, una discreta figura di merda.

      • “Comunque, è bello notare che la libertà di stampa, in tutto questo, non c’entra una mazza.”
        Questo è il nocciolo della faccenda: l’ informazione, il giornalismo, non esistono, non sono mai esistiti, e quando, col petto in fuori, dicevano che “noi liberi, noi puri, noi…” ci stavano prendendo per il culo tutti.

      • Non l’ho scritto prima ma la penso come Enrico.
        Devo aggiungere che i grillini fanno fatica a leggere, quindi devono aver pensato che sarebbe stato più redditizio vendergli la televisione, FattoTV e svolta grillina di Annozero.
        Ma anche così non sembra un successone.
        Per adesso due su tre non se la passano bene, Santoro e FQ, Grillo invece ho paura che sia ancora presto per vederne il declino.

    • Grazie a te, Nebo.
      Mi piace come e cosa scrivi, e spesso sei oltre.
      Davvero un grande!

      p.s. sospetto che Trainspotting ti sia piaciuto, o sbaglio?

  7. Non dimenticato e fortuitamente (fortunatamente) riavvertito Renzo, spero immagini l’impostore che si permette di colloquiare con te e l’essenza assolutamente franca che lo muove ed agita (pur sensibilmente pagata, ma questa è bega mia), credo sempre rispettandoci (pur attraverso periscopi talvolta diversi) quanto meno per ‘renatini’ (se non rammento male) comunemente poco sopportabili. E comunque salutandoti con stilla ‘affettuosa’ – sono hf qualora fossi passato probabilmente invano – sto nel frattempo accorgendomi che finirei col riproporti eccezioni (tipo, perchè prendersela con l’eventuale male minore malgrado tutto il resto intorno crolli e profumi di vomito?) che io ancora non comprendo e/o che tu non vuoi (non certo, non sai) superare. Comunque sia, un saluto sincero e ad maiora, oltrechè à la prochaine

    • Ripassa pure quando vuoi.
      Se poi deciderai di essere meno criptico e/o riproporrai eccezioni da male minore, sarà un piacere leggerti ed eventualmente risponderti.
      Ma se davvero ci tieni, mi darei una mossa.

      Un saluto altrettanto sincero.

  8. Lo share premia Announo con il 10,03% e 2.203.000 spettatori.
    Ciò non mi sorprende: due fatti concomitanti (Renzi ospite – che sarebbe anche il Presidente del Consiglio e quindi vale sempre qualche punto – e “nuova conduzione”) hanno creato attesa e ascolti.
    Ero fra quelli che se lo sono perso, non per scelta ma per “altrofarismo” e credo di essermi perso ben poco.
    Almeno stando a ciò che ho letto in alcune critiche oggi: sembra infatti che il coniglietto diversamente pettinabile, quando ha di fronte i personaggi che prende di mira giornalmente (il parallelo con il banana che ne uscì vincente nel 2013 è d’ obbligo) abbia bisogno di pannolone capiente. Sì, fuori d’ iperbole, si caga addosso.
    E l’ eroe di cartapesta anche stavolta non perde l’ occasione di dimostrare che è solo fumo e nulla più.
    Poi gli uligani acefali continueranno a scrivere che è il più grande giornalista del mondo, ma fossi in lui non me ne vanterei.

    http://www.davidemaggio.it/archives/99058/announo-format-nuovo-ma-imperfetto-cosi-renzi-fa-lo-show-senza-contraddittorio
    http://www.davidemaggio.it/archives/99055/ascolti-tv-di-giovedi-8-maggio-2014

    • Mi permetto di contraddirti, come dicevo, secondo me Travaglio ha messo in difficoltà Renzi (non parlo di manifestazioni esteriori, agitazione eccetera, in questo Renzi è bravisssimo a mostrarsi sempre pacato e sereno, parlo di argomenti ai quali non ha saputo rispondere), non sono d’accordo con l’analisi di Davide Maggio, che addirittura paragona la performance crapesca alla magra figura che fece con Berlu. Se uno è informato e sa come stanno i fatti, si accorge subito di come alcune delle risposte di Renzi non stiano in piedi. In pieno accordo invece sul paragone con Amici, che mi è venuto in mente subito dopo pochi minuti di trasmisssione.

  9. Ieri sera è andata in onda la prima puntata di “Announo”, condotto da Giulia Innocenzi. Per chi non l’ha visto (vi invidio), è una specie di “Amici” con Innocenzi al posto di De Filippi. Il tema dovrebbe essere la politica, ma gli “ospiti” presenti in studio non erano assolutamente in grado di parlarne. Ovvietà, luoghi comuni e qualunquismo tutta sera. L’unico ospite politico presente, Matteo Renzi, ovviamente ne è uscito come un autentico genio, essendo l’unico normodotato presente in studio. L’ho visto un po’ in difficoltà solo al momento di Travaglio, che questa volta aveva qualche argomento valido, ma il resto della trasmissione è stato un piattume infinito. Ridateci Michelone!

    • l’ho intravisto per una ventina di minuti. la innocenzi mi sembra un tantino lofia e con una voce antipatica.
      certo é che mettere d’accordo tutti é impossibile: quando ci sono i soliti politici scafati si critica dicendo che in tv ci sono sempre gli stessi. quando ci sono facce nuove si rimpiangono i politici di cui sopra. si parla sempre di giovani ma quando li si vede in tv, sempre piuttosto superficiali, che parlano con frasi fatte e pensieri preconfezionati si dice che é meglio lasciarli perdere perché comunque in tv risultano sempre piuttosto stucchevoli. si contestano i politici vecchi dicendo che ci vorrebbe un cambio generazionale ma quando questi finalmente arrivano li si accusa di essere piu vecchi dei vecchi (renzi) oppure totalmente incompetenti e ignoranti (m5s). e si rimpiangono i craxi e gli andreotti (un domani si rimpiangerá pure berlusconi?).
      il mondo é un bel posto perché sempre molto vario e c’é posto per tutti, attenzione a non rovinarlo peró, pretendendo che quello che noi pensiamo deve per forza valere per gli altri, perché altrimenti gli altri sono dei coglioni.
      un saluto a detestor e a renzo.

      • Un caro saluto anche a te. Guarda, per quanto mi riguarda questo discorso per me non vale. Mai voluti i giovani a prescindere, voglio gente valida, giovani o anziani non importa, sia in televisione che sui giornali che sopratutto in parlamento e al governo. L’ “uomo della strada”, giovane o vecchio che sia, non mi è mai piaciuto, che resti in strada, altrove è un pesce fuor d’acqua, e le figure che fa sono imbarazzanti a dir poco, specie quando è anche tanto arrogante (e spesso è il caso) da pensare invece di saperne più del suo interlocutore. Il fatto che, come fai notare tu, la moda ha portato questa gente nei talk show, ha ulteriormente montato la testa a questi personaggi, mi ricordo che uno di questi geni una volta ha praticamente minacciato fisicamente il conduttore (Formigli). E ben gli sta, così impara ad invitare simili capre.
        E comunque, mai rimpianto Craxi o Andreotti, sono ben altri i personaggi che rimpiango!

  10. Pingback: Aggiornamenti. – Movimento dei Caproni

  11. Bordin col freno a mano tirato non me l’ aspettavo.

    Fatta salva la giustezza di quanto scrive su Peppe, è il finale che non mi convince.
    Possibile che Bordin non sappia che Peppe è il pupazzo del ventriloquo che aveva il mocio vileda sulla testa? Non mi sembra credibile.
    Che Peppe non prenda consigli dal “gruppo comunicazione parlamentare” (Messora, Biondo, Casalino, Nik il nero) è scontato, sono un’ accozzaglia di personaggi che non si fa una zucca buona con 4.
    Per questo la sparata del “referendum anti euro”, con ricerca d’ attributi sotto trippa, è concordata col guro sventuro da tempo, ben prima che lo rapassero a zero, per via dell’ intervento cui si è sottoposto.
    Ed è solo propaganda elettorale, nient’ altro.
    Quindi non c’è nessun giornalista da pagare, semmai il vero problema è che per lui vengono via gratis, e troppi leccaculisti non sa come coordinarli.

    http://www.ilfoglio.it/bordinline/364

  12. Io continuo ad aggiornare il mio foglio excel, ma oggi vorrei far notare che il rotolo è 23° a livello nazionale nella classifica per copie cartacee vendute, e 5° nella classifica per rapporto tra copie stampate e copie vendute. Davanti al Fatto solo Italia Oggi (che però sarebbe dietro se si considerassero le 10mila copie vendute in blocco, penso ai professionisti), un giornale sportivo, Tuttosport, e i due cugini giornali di partito, Manifesto e Unità, rispettivamente primo e secondo.

    • Un -8% su base mensile IMHO li preoccupa, parecchio.
      Poi vedremo quando entreranno in borsa (nel borsino, il flottante è basso) e sono curioso di vedere l’ andamento delle azioni dopo l’ esordio.

  13. Strano che non l’abbiate ancora commentato:
    https://it.tv.yahoo.com/blog/zapping/marco-travaglio-a-mediaset—alle-mie-condizioni-andrei-anche-domani-103827495.html

    Una domanda a voi che siete esperti. Alla fine il Fatto prende contributi pubblici? (quelli indiretti mi pare li prendesse, in IVA agevolata o in spedizioni in abbonamento con tariffa agevolata, ma li prende ancora?) Mi pareva che tempo fa Poidomani avesse pensato di richiedere degli altri finanziamenti. Si è poi saputo niente? E come è la situazione dei finanziamenti per gli altri giornali?
    Grazie per i tuoi articoli, Renzo!

    • Toh… e chi se lo aspettava! Del resto hanno lavorato a Mediaset anche Santoro, la Guzzanti, la Dandini, Paolo Rossi: perché lui no?
      Ah già: lui non c’entra con questi, è ‘liberale’, lui. Mica di sinistra. Ma con ‘L’odore dei soldi’ come la mettiamo? Farà ancora le stesse domande, magari in prima serata, oppure sorvolerà, dando a Silvio l’opportunità di ripetere la simpatica gag della sedia spolverata?
      In effetti alla domanda del libro ha già provveduto lui stesso a rispondere: i soldi non hanno odore. E neppure la merda, a quanto pare.

      P.S. “Paolo Borsellino sul palco con Grillo”. GianRobby deve avere davvero degli ottimi contatti in alto loco.

    • Sa tanto di gossip per tentare di risollevare ascolti e vendite.
      Subissarli d’ assoluto silenzio sarebbe la miglior medicina, ma anche prenderli per i fondelli e sbugiardarli è pratica che mi solletica.

      Sui finanziamenti non sono aggiornato: quelli indiretti (costi postali e carta) ero rimasto li prendessero da sempre, di altri non so dirti.

      Grazie a te, Luigi.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s