Falso per incapaci

Sostiene Travaglio che la difficile lettura è motivo sufficiente e necessario per omettere pezzi incomprensibili. Ma è falso, spudoratamente falso, e siccome per raccontare menzogne veste sovente i panni del pagliaccio, prima o poi dalla platea arriveranno ortaggi marci.

Il Crapa Pelada Travaglio, nella recente querelle con Massimo Bordin, si comporta come le altre volte che è stato colto mentire. Ad esempio quando lo si beccò in flagranza di menzogna sul dvd tarocco dell’ ultima intervista a Paolo Borsellino. Lui non si vergogna di mentire, tutt’ altro, e rifila insolenze dirette a chi lo sputtana mediaticamente – stavolta tocca a Bordin – e indirette ai  suoi lettori, specie in via d’ estinzione. Allora furono “decerebrati” e “armonico magmatico“, oggi ne sfila dei nuovi dal suo vasto repertorio.

Purtroppo per loro, i lettori residuali del giornalozzo sono trattati come babbei, visto che non sono in grado di capire ciò che leggono. D’ altro canto ciò sembra in linea col target editoriale, il lettore tipo del Fatto, come certificò l’ ex-AD Giorgio Poidomani: “Saturno, [il defunto inserto culturale – ndr] col tempo, dovrà imparare ad abbassarsi anche al livello di quei lettori.” Saturno non s’è abbassato, il lettore non sè alzato… morale, Crapa Pelada l’ ha cassato.

Poichè la faccenda riguarda questioni della Procura di Palermo, mafia, trattativa bufala e annessi e connessi, era ovvio che intervenisse il più esperto di mafia del Fatto, il Crapa Pelada, in quanto viste le amicizie con Pippo Ciuro e Massimo Ciancimino è sicuramente la persona giusta. Bordin poi ha commesso l’ errore di fare il suo nome nell’ articolo che ha sbugiardato la manipolazione del Fatto, era quindi scontato intervenisse lui, il vicedirettore canuto.

Ma vediamole, menzogna e insulti. Scrive il falsario piemontese, in un riquadro a pag. 9 il giorno 8 c.m. sul suo giornalozzo intitolato ” Piccoli Ferrara crescono – Trattativa, Bordin non sa leggere
“L’ altro giorno abbiamo pubblicato, quasi integrale, depurata solo di alcune parti tecnico-giuridiche di difficile lettura,..”

C’è già tutto:

  • insolenza a Bordin, reo di averlo smascherato, però non sa leggere (?)
  • menzogna, perchè cambia le carte in tavola e solo perchè è stato smascherato
  • i lettori del suo Rutto Quotidiano non sanno leggere e/o capire (poveracci)

Tutto nasce dalla pubblicazione, il 6 c.m. sulle pagine del Fatto, della memoria a firma Ingroia per il GUP Morosini: venti pagine di ricostruzione storica, buone per un romanzetto pulp, un po’ meno per farci un processo. Il Fatto largheggia alla grande per l’ occasione: ben 4 pagine intere, più, ovviamente, il richiamo in prima con tanto di foto del barbetta.
D’ altronde l’ occasione per riempire gratis il giornalozzo è da cogliere al volo.

Solo che, ahimè, nella presentazione a pag.11, a firma dei curatori della faccenda, Lo Bianco e Rizza, gli Olindo e Rosa del giornalismo da Palermo, si legge questa disgraziata affermazione: “Pubblicato integralmente, è un documento a suo modo storico che…” Ops, e dove sarebbe il “…depurata solo di alcune parti tecnico-giuridiche di difficile lettura…”
Come mai il cialtroncello, colto a tagliuzzare come un Ciancimino qualunque, scrive dopo che è “quasi integrale“, mentre sul suo giornalozzo avevano scritto “integralmente“?

E’ tutta colpa di Bordin, che, al contrario di quanto scrive Crapa Pelada, ha il difetto di saper leggere, di capire ciò che legge e soprattutto quello di essersi accorto della manipolazione e sinceramente bisogna dargli atto di essere stato davvero pignolo per accorgersi del lavoretto dei bravi taroccatori del Tossico. Speravano di farla franca, ma gli è andata male anche stavolta. Resta purtroppo il dubbio di quante altre volte questi falsari hanno propinato notizie monche delle parti che a loro non fan comodo, perchè il fulcro è proprio questo.

Infatti cosa hanno omesso di mettere nel giornalozzo da quelle pagine della memoria di Fofò? Proprio un pezzo che, per nulla difficile da leggere come Crapa Pelada millanta esso sia, è il paragrafo imbarazzante, definendolo a suo comodo “…parti tecnico-giuridiche di difficile lettura…”, mentre invece è la chiara ammissione dei PM che le tanto evidenti prove che lo Stato abbia ceduto alla mafia…. non ci sono, e non riescono a dimostrare un bel niente.

Vale la pena leggerlo quel paragrafo, a pag.16 dell’ originale, così vediamo se siamo dei babbei come il lettore medio del Tossico: ” Va, ovviamente, sempre tenuto conto che, ai fini della consumazione del reato, è del tutto irrilevante che i benefici richiesti siano stati effettivamente ottenuti, essendo del tutto indifferente per un mero reato di pericolo, come nel caso di specie, che la vittima sia stata concretamente intimidita e quindi costretta a compiere gli atti richiesti, con conseguente turbamento dell’attività di Governo.”  A me sembra chiaro, penso che non serva un avvocato o un magistrato per capire.

Ma soprattutto perchè cancellarlo! Perchè scrivere è integrale e poi venir scoperti che non lo è affatto! E perchè poi, e qui si intravede la mano del falsario, proprio il pezzo che espone al pubblico ludibrio i dubbi dei PM contro le certezze del Crapa Pelada. E non solo l’ hanno cancellato quel paragrafo, ma hanno fatto un lavoretto di fino, in quanto il paragrafo successivo non inizia con “La condotta…” ma con “Invero, la condotta…” cioè, per far filare il discorso, hanno cancellato anche “Invero”: un bel lavoretto da giornalai cialtroni, anche se in effetti ben in linea con quel che sono.

Bordin, rispondendo alla replica, si comporta da signore, non si lascia andare a facili ironie, è molto più divertente pungerlo nel vivo delle illogiche cialtronate che Travaglio rifila per evitare di ammettere la furbata. Una stoccatina però gli sfugge a Bordin: “Si vede che il giornale di Padellaro va a ruba anche fra i Radicali.” 😀

Ad onor del vero, Crapa Pelada usa a proposito il plurale, perchè sempre restando nell’ ambito delle omissioni furbesche, manca completamente dal giornalozzo anche la pag. 21 del riassuntino Fofò, pagina omessa completamente, e che vi invito a leggere. Contiene le ragioni per le quali Fofò rivendica la competenza territoriale dell’ indagine, e per farlo adduce 3 considerazioni, pure alternative (parole sue). Come a dire: Dott. Morosini, ne prenda per buona almeno una e ci lasci l’ indagine.

Provate ad immaginare se il Crapa Pelada si fosse accorto lui di una così vergognosa omissione compiuta da altri: avrebbe aperto il rubinetto delle maldicenze condite dai soliti lazzi da cabarettista, si aprivano le cateratte dei veleni a profusione in ogni dove. Quando invece tocca a lui, avete prova di come reagisce: pare una zia isterica cui hanno strappato le calze.

Con questo post spero di mettere la parola fine all’ inutile querelle. Sarebbe bastato che il vicedirettore alopeciato avesse ammesso l’ errore e si fosse scusato coi lettori e Bordin, ma se per un normale giornalista scusarsi è già merce rara, per un arrogantello saccente e falso come Travaglio è impossibile. Lui reagisce sempre così.

Advertisements

170 thoughts on “Falso per incapaci

  1. Censored 😦
    Eppure stavo dando ragione alla nostra amica Cosenza, una professoressa di elevatissimo rango, raffinata intellettuale a 5 stelle, vanto dell’Università italiana nel mondo.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/11/19/come-comunica-grillo-3-io-sono-te/418704/
    —-
    Il Popolo si riconosce in Beppe, il Popolo è Beppe.

    Beppe incarna e rappresenta, nelle sue urla, nei suoi insulti e nella sua carica eversiva violenta e rivoluzionaria il Popolo che dice BASTA ai partiti democratici, che dice BASTA alle elezioni, che dice BASTA alla stampa e al giornalismo, che dice BASTA a una Costituzione vecchia e superata che verrà sostituita dai post di Beppe.

    Il Popolo vuole lo scontro.
    Il Popolo vuole la violenza.
    Il Popolo vuole la guerra.
    Infatti il grande condottiero Beppe l’ha detto e ripetuto: siamo in guerra.
    E in guerra ci si uccide.

    I ragazzi a 5 stelle, pronti a marciare agli ordini del loro comandante in capo, saranno spietati con i piddini.
    Se i poliziotti avessero manifestato con gli studenti e avessero obbedito agli ordini di Beppe (e quindi agli ordini del Popolo perché Beppe è l’unico portavoce e rappresentante del Popolo), il condottiero a 5 stelle avrebbe fatto arrestare Monti, Bersani, Casini, ecc. e sarebbe stato acclamato dal Popolo adorante come nuovo imperatore d’Italia.

    Per questo noi lettori del Fatto e militanti del moVimento di Beppe e Vanna Marco diciamo: W BEPPE! W LA PROFESSORESSA A 5 STELLE CHE ADORA BEPPE!
    W IL FATTO QUOTIDIANO KE STA CON BEPPE!

  2. Anni fa, nel Cagliari, giocava un simpatico calciatore, Comunardo Niccolai, ricordato dalle
    cronache sportive per una certa propensione agli auto-goal – ebbene anche al noto Quotidiano libero ecc. gli specialisti in auto-goal non mancano – l’articolo che parlava dei voti alle primarie PD di presunti evasori domiciliati alle Cayman, o in altri paradisi fiscali, distorcendo in modo
    palese le dichirazioni di Bersani, ha ricevuto una dose inimmaginabile di commenti contrari, alcuni
    molto forti – stessa sorte ha subito l’articolo del sor direttoreoffeso, seccatello per il rifiuto di
    Bersani a partecipare al forum del FQ – i lettori cominciano a stancarsi – se ne staranno rendendo conto ?

  3. Questa mattina ad Agorà, il direttore (?) del Tossico del lunedì Ferruccio Sansa dopo pochi minuti s’è alzato ed è andato via.
    Cos’era successo?
    Che il conduttore Andrea Vianello, nel presentarlo, ha detto “.. voi del Fatto le cantate un po’ a tutti…”
    A quel punto Rondolino ha voluto puntualizzare che il Tossico è invece il portavoce del m4s, cosa peraltro evidente: se non si vuole perder tempo a leggere, basta citare la vicenda di Merlo, il quale ha scritto di Grillo e gli ha risposto Crapa Pelada.
    Memorabile il successivo parallelo con Fanfani scoreggione, Crapa Pelada ne è uscito malissimo 😀

    Solo che Sansa l’ ha presa male, e ha prima minacciato querela (manifesto dolore) poi è passato agli attacchi personali.
    Alla fine, visto che accumulava solo figuracce, è andato via.
    http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-902848d2-7f7f-4377-adff-c2511ac442b5.html

    A quanto pare pure al Tossico hanno il punto G: Grillo 🙂
    Sansa poi diede prova di quanto è facile menarlo per il naso, con la faccenda dei gatti in bottiglia: un boccalone disinformato, un giornalista tipo.

  4. Caro Renzo ormai Travaglio affoga nel ridicolo. Quando mai si è visto un giornalista che ospita in una trasmissione una persona (nella specie Briatore) e non gli chiede nulla ma il giorno dopo lo tartassa (quando lui non può replicare) dal suo giornale per cose anteriori a quell’invito (che lo ha invitato a fare allora?)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s