Fuoripista

Mi piacciono tanto quei filmati dove intrepidi sciatori disegnano sinuose tracce su coltri di nevi immacolate. Scendono in fuoripista su quei candidi e soffici manti, su pendii sconosciuti, lasciando la firma di una discesa memorabile. Pensarci oggi sarà pure fuori stagione, ma evocarli mi rinfresca. Poi però mi chiedo: è solo un fuoripista o qualcuno li depista?

Di Attilio Bolzoni, dal sottoscritto affettuosamente soprannominato “il Bolzo“, non sono ancora riuscito a capire se è fuoripista o depistato. Lui di solito usa il verbo depistare, gli vien bene, e se c’è un appiglio anche minimo, in uno dei suoi memorabili articoli sulla mafia, allora lo mette, sa già che il successo è assicurato.

Per chi non lo conoscesse, il Bolzo è l’ inviato di Repubblica, l’ esperto di faccende di mafia, il cronista indagatore che va oltre le apparenze, il giornalista che non si fa fregare. Vabbè, forse ho esagerato, però è ancora lì da più di trent’ anni, e se Ezio Mauro lo conferma le sue ragioni le ha. Magari sono ignote ai comuni mortali, ma ci sono. Oppure  non si trova niente di meglio del Bolzo, e ciò invece potrebbe preoccupare. Ma passiamo a vedere alcune mirabolanti prestazioni del Bolzo, perchè c’è da ridere (o piangere, fate voi).

Bolzo fantasy

Attilio c’era! Quando arrestarono Riina lui era a Palermo, in prima linea, taccuino in mano e penna sull’ orecchio, tipo salumiere anni ’70. E cosa ci regala il Bolzo nel primo articolo su Repubblica il 16/01/1992 dopo la cattura? Eccovi un pezzo dal perlone del Bolzone:

Molto strana questa frangetta…

Alle 7 il solito appostamento in viale Michelangelo, un’ ora di attesa, poi una Citroen che arriva e si ferma davanti una casa. Alle 8,10 scende gli scalini di un palazzo un uomo basso di statura, il fisico appesantito, la faccia larga, pochi capelli con una strana frangetta. Chi è? E’ lui? “Si è lui”, sussurra via-radio un carabiniere al collega che sta un chilometro più indietro.”

Disgraziatamente per il Bolzo adesso sappiamo che in via Bernini non s’è fermata nessuna macchina, che non c’è un palazzo, che gli scalini non si trovano… ma vuoi mettere com’è bella così come ce la racconta il Bolzo? E poi la frangetta Riina ce l’ ha davvero, come pure un po’ di panza, quindi se ha frangetta e panza, tanto basta e avanza! Non mi è chiaro perchè la frangetta sia strana, ma se lo scrive il Bolzo io ci credo. Non mi è chiaro nemmeno cosa vuol dire un carabiniere un chilometro più indietro, indietro da cosa? Me lo sarei aspettato un chilometro più avanti, ma son dettagli.

Quanto ci sia di Bolzo fantasy in questa ricostruzione della cattura di Riina non è dato saperlo, forse le sue fonti lo hanno informato male e lui ha condito il tutto: in fondo si tratterebbe solo dell’ ennesimo caso di depistaggio.

Il Bolzo depistemologo (ma esiste?)

Ehhh l’ Addaura, quanti misteri, quante bugie, e soprattutto quanti depistaggi. Su tutti, quello che rivelò il Bolzo ad Annozero (puntata da rivedere tutta, ma solo per stomaci forti! si parla di “faccia da mostro”, della foto di Carlo/Franco, la SIM del camionista… roba tosta), in collegamento proprio da quegli scogli una sera al microfono di Baffo Triste, aka Sandro Ruotolo. Quando ormai tutto era stato detto, il Bolzo estrasse l’ asso dalla manica (min. 01:10:35): la storia del povero spacciatore dell’ Arenella, ucciso poco dopo il fallito attentato e che fecero passare per un regolamento di conti fra criminalità locale. Ma cosa aveva rivelato questo ragazzo? Una verità sconvolgente e destabilizzante per l’ Italia intera: egli, tra il 20 e il 21 giugno, aveva notato strane manovre militari attorno agli scogli dell’ Addaura: me cojoni!

Purtroppo non ho studiato da 007, anche se il Martini dry lo so preparare, però di una cosa so di esser certo: se dovessi mettere una bomba, tenderei a non farmi notare, e mi sembra già un buon inizio. Visto che si trattò di mettere una borsa fra gli scogli, non riesco a spiegarmi le strane manovre militari: marciavano? ‘no-duè ‘no-duè passooo! o erano bersaglieri in corsa? incursori meccanizzati? paracadutisti? oppure un Carabiniere che si gratta le palle è considerata strana manovra militare? Insomma, che cosa significa ciò che il Bolzo ci ha raccontato e ci spaccia come gravissimo indizio di cui nessuno ha mai parlato? Non lo sapremo mai, hanno depistato, mannaggia…

Bolzo, a chi dici le bugie?

Questa faccenda è invece assai più seria. Il Bolzo è stato interrogato al processo Mori/Ultimo, perchè scrisse un articolo pesantuccio assai su Repubblica, nel quale insinuava sospetti sulle modalità e i giorni seguenti la cattura di Riina. Non serve vi faccia una lunga disamina di articolo e deposizione, potete leggerli entrambi nei link, e si è già scritto parecchio sulle sue dichiarazioni. Di un dettaglio però non ho letto nulla, e lascio a voi interpretarlo come meglio credete. L’ audio della deposizione è qui.

Dice il Bolzo al PM Antonio Ingroia, al riguardo della telefonata ricevuta dal Maggiore dei CC Ripollino, nella quale gli indicava via e numero civico di casa Riina a Palermo: “PUBBLICO MINISTERO. – Con indicazione anche del numero civico? TESTE BOLZONI. – Si, si. PUBBLICO MINISTERO. – Cioè, indicò l’indirizzo esatto? TESTE BOLZONI. – Si, preciso. La cosa mi … stranizzò non poco perché di solito gli uffici stampa le notizie non le danno ma le nascondono: è il loro lavoro. Invece fu molto precisa l’indicazione, e… noi giravamo a vuoto da un giorno e questo maggiore ci disse “Andate la perché il covo è in via Bernini.”

Accipicchia, gli arriva l’ indirizzo di casa Riina via telefono, una roba mai vista, tanto che il Bolzo si era addirittura stranizzato. Ma leggiamo invece cosa scrisse il 03/02/1993, cioè meno di 20gg. dopo la cattura: “C’ è da dire però che a condurre per mano i giornalisti in via Bernini ieri sono stati gli stessi carabinieri con la solita telefonata: “Abbiamo scoperto il vero covo…è al numero civico 54…”.”

Eppure era una testimonianza per la quale si era preparato bene, manco il suo libro aveva riletto, oltre a metterci una marea di non ricordo: povero Bolzo, l’ età avanza. Viene però da chiedergli, per questo specifico caso: caro Bolzo, quando hai raccontato una bugia? Ai lettori o a Ingroia? Perchè qui la memoria non c’ entra proprio niente, visto che o gli uffici stampa le notizie non le danno, oppure c’è la solita telefonata. Qui non c’entrano nulla eventuali occasioni o contesto, è un’ osservazione avulsa dal resto, fa parte dell’ esperienza e della tipicità nel ricevere o chiedere informazioni ai canali ufficiali. Insomma Bolzo, deciditi, non ci depistare.

Le so tutte!

Il Bolzo, in una così lunga e brillante carriera, non poteva esimersi da scrivere libri, è un fatto fisiologico, tutto il suo sapere deve essere evacuato in un qualche modo. Uno dei suoi libri che purtroppo non ho letto è il leggendario “FAQ mafia“. Il significato di FAQ è assai noto: sono le risposte alle solite domande. A parte il fatto che non so come gli sia venuto in mente un titolo del genere (forse lo fermano per strada? “Bolzo, ma la cupola della mafia è a ombrello o a cipolla?”), più che un libro pare una marzullata: “si faccia una domanda e si dia una risposta”.

So che stenterete a crederlo, ma per tutte le domande il Bolzo ha la risposta! Vabbè, cosa c’ entra che le domande se le fa lui? L’ importante è che c’è la risposta, ed è sempre la risposta esatta! Vi sembra facile? Sì, anche a me, ma non avendolo letto, magari a qualche domanda si risponde in modo evasivo, si mette in difficoltà da solo, una roba tipo la scenetta qui sotto (capolavoro assoluto). Neanche a Santoro sembra interessare molto il libro del Bolzo, il gesto che fa ad Annozero è abbastanza eloquente (min. 00:18:50)

Da tempo volevo scrivere un post sul Bolzo, mi fa troppo ridere, ma la difficoltà che ho avuto è stata quella di dover eliminare parecchie cose, in modo che il post rimanesse leggibile. Tante sono le amenità lette negli articoli del Bolzo, così come alcuni suoi spassosissimi video: dai dietro front su Scarantino alla riesumazione del bandito Giuliano (forse il più sgangherato video della BolzoTV), passando per osservazioni metereologiche.

Dovevo per forza scegliere, e ho scelto queste. 

Advertisements

61 thoughts on “Fuoripista

  1. Grande Trattativa

    Secondo Crapa Pelada, la trattativa è certa, c’è scritto in una sentenza, l’ hanno scritta dei magistrati, quindi c’è, punto e basta.
    Non stiamo a questionare che non hanno scritto i nomi di chi trattava, se hanno scritto che fu lo Stato a prendere l’ iniziativa (Gino Stato?), che si basò su un do ut des, ma non ci dicono cosa do né des (ut lo so già). Questi sono dettagli irrilevanti in una trattativa, è evidente.

    Poi però hanno arrestato Riina, e anche Provenzano, i capi di cosa nostra, insomma quelli che, se faccio una trattativa con cosa nostra, magari erano proprio coloro che parlavano con Stato.
    Non posso pensare che Stato trattasse con dei subalterni, mica è scemo Stato.
    E non solo: oltre ai capi, Stato ha arrestato qualche migliaio di mafiosi, ed è a questo punto che a un mafioso qualsiasi verrebbe da chiedere ai suoi capi: ma chemminkia di trattativa avete fatto?

    Venendo ad oggi, il nuovo capo di cosa nostra Matteo Messina Denaro, è al centro di una recente mancata trattativa fra PM di Palermo: c’era chi voleva catturare lui e pedinava un sottopanza, tale Sutera, e chi indagava Sutera per prendere Sutera: Messineo ha fatto arrestare Sutera, e alcuni PM pare si siano inkazzati non poco.
    Che abbia prevalso la logica di “meglio un Sutera oggi, di un Messina Denaro domani”?
    http://palermo.repubblica.it/cronaca/2012/08/01/news/messina_denaro_il_ros_lascia_scontro_fra_i_pm_sulle_ricerche-40119245/

    Tohh, che strano, al centro della vicenda c’è il Primo reparto dei ROS, quello che si occupa dei catturandi, quello che ha avuto come primo dirigente Sergio De Caprio, il Capitano Ultimo.
    Quando si dice le coincidenze…

    • dal suo editoriale si capisce che gli unici ad essere meritevoli d’essere invitati al dibattito erano lui, Travaglio, Marco Travaglio, il vicedirettore del Fatto e Di Pietro nella parte della spalla (un clown bianco, in realta’). Gli altri ? Merde: Ferrara perche’ e’ sovrappeso, Macaluso e’ vecchio… e tantovale dirlo che Travaglio e’ un fascista eugenetico.

      • Voglio ribadire che il siparietto di Tonino sulla fiducia al governo Monti è di rara bellezza, una perla! 😀
        Sono tentato di isolarlo e farne un youtube da 15/20 secondi, le risate sono garantite!

    • C’è un passaggio di Tonino assai curioso sulla registrazione originale a circa 58 min.
      Tonino prima dissente molto, dissente, poi ridice dissente… che sia dissenteria?
      Ma il bello è che, dopo aver detto che è contro il governo Monti e non accetta quello che ha fatto Napolitano che non ha indetto le elezioni e bla bla bla, Ferrara lo ferma e gli ricorda: “ma non hai votato la fiducia al governo Monti?”
      Segue lievisssssssimo momento di imbarazzo del Tonino trattorista 😀

        • Il siparietto, una decina di secondi, è gustosissimo, perchè Tonino dice pure “no” 😀
          Ma come fa a dimenticarsi di aver votato la fiducia al governo?
          Non è il suo mestiere fare politica?
          E’ come se un fornaio si dimentica del pane nel forno, un idraulico che non avvita un tubo…

    • Ecco la descrizione di Travaglio della puntata:
      http://www.gruppionline.org/news/politica/201208/se-li-conosci-li-eviti-di-marco-travaglio/

      Notare: “E dimostra, anche fisiognomicamente, la differenza fra i giornalisti che raccontano i fatti e quelli che programmaticamente li ignorano per non disturbare le proprie certezze malate”

      HAHAHAHAHAHAHHA: Ferrara è ciccione quindi mente, Crapa Pelada è bello quindi racconta solo i fatti.
      Nemmeno si vergogna di adulare sè stesso, e a definirsi l’unico giornalista che racconta la Verità anziché le opinioni (Grillo è uno statista, il PD non lo vota nessuno, ecc.)

  2. Travaglio cercava un emulo e l’ha trovato. C’era una volta un Renzo mordace e bravo, sembrava destinato a diventare una grande firma del giornalismo on-line, ma non si dava pace nell’imitare il modello che voleva demolire, tanto da diventare la brutta copia dell’originale!

    • Davvero Crapa Pelada cercava un emulo? Non lo sapevo, ma sei sicuro?
      Ad ogni modo ti ringrazio per i complimenti, ma non sono altro che un commentatore come tanti di quelli che scrivono nei blog del Tossico, solo che mi stancai della censura.
      Scrivi pure quando vuoi, caro Aristide, se poi magari rispondi alle domande faresti cosa gradita.
      Non ti preoccupare, qui non ci sono banner o vendite a 9,99 😉

  3. Noto che l’acredine e il livore nei confronti de Il Fatto, Travaglio e co è sempre crescente in questo blog! Lì sul Fatto anzi sul “pacco” come dite voi, raccontano balle e diffamano, trescano con le procure e manipolano i fatti a loro piacimento.Invece per avere un giudizio tecnicamente esente da taluni pregiudizi e preconcetti basterebbe dare retta alle corbellerie sparate da Ferrara che ieri sera diceva: “La rissa lascia il tempo che trova. È tutto banale. In estate fa caldo, i magistrati vogliono fare carriera in politica, vogliono fondare i partiti e siamo sottomessi a questa canicola. Questa inchiesta di Palermo non sta in piedi. Non c’è stata una trattativa. In tribunale è finito Mario Mori, un generale dei carabinieri che ha arrestatoTotò Riina. A Palermo dicono tante minchiate. Questa è una puttanata inverosimile. Ingroia ha insistito per portare avanti questo suo teorema, perché adesso vuole andare in Guatemala ? Lui non vuole la verità, pensa a farsi notare sui media. I magistrati sono fottutissimi carrieristi”. (sic!). Così, giusto per buttarla in caciara e nessuno ci capisce più nulla…

    • Per quanto mi riguarda il Tossico è un giornale come gli altri, anzi peggio, perchè non ricordo di aver mai sentito altri farsi belli proclamando di essere i soli grandi giornalisti.
      Sono da sempre la trombetta di procura, adesso si sono messi in posizione zerbino pro Grillo: se questo è il buon giornalismo che han raccontato, stiamo freschi.
      Però se a te piace tanto il Tossico per me non c’è nessunissimo problema, sono sorpreso ma felice di saperti contento: “contento tu, contenti tutti”, si dice così, no?

    • Caro Roberto, puo’ essere vero ma siamo davvero in pochi, non preoccuparti. D’altra parte questo accade anche perche’ dall’altra parte spesso i nostri commenti sono censurati benche’ rispondano perfettamente alla policy. Io per aver fatto due commenti ad un post di Travaglio sono stato bannato ad personam. I post ti prego di cercarli perche’ li ho integralmente ripubblicati qui e poi giudica tu. Cordialmente.

    • Ieri l’unico che ha detto la verità è Ferrrara non il cialtrone Travaglio con tutte le sue boiate su Ciancimino e teoremi senza riscontri probatori ( Ferrara ha battuto Travaglio renditi conto). Si Ingroia è un vigliaccho che scappa essendo a capo dell’accusa nel momento clou e non ha ancora risolto un bel nulla , è riuscito solo a infamare coloro che arrestarono i Boss MAFIOSI veri. Se ti va leggi qua: http://www.segugio.daonews.com e studia .

    • Solo 3 piccole annotazioni

      Questa volta , da militante del PD, non posso che confermare la giustezza del titolo (solo quello).

      Vedo che nei commenti vengono assegnati vari reati a bersani e al pd con una sicurezza sconvolgente. Credo che crisi+giustizialismo , in italia, potrebbero generare il mostro.

      Noto anche che ci sono grillini che citano Berlinguer come esempio positivo. Trasecolo.
      Secondo i canoni del grillino medio si tratterebbe di un “inciucista” e nient’altro.

    • Beppe e il suo agiografo hanno ragione!
      Beppe non insulta nessuno, è sempre civile, tollerante, democratico, mentre Pollo Coccodè Bersani è un esagitato rancoroso che vomita livore da un palco senza confrontarsi con nessuno!
      La controinformazione scientifica, economica e politica del grandissimo Beppe ha spiegato tante Verità ai cittadini che, come Scanzi, ingenuamente credevano nelle false verità ufficiali.
      Poi Beppe ha spiegato la Verità al Popolo.
      Esempi.
      L’AIDS non esiste? VERO!
      Due cellulari cuociono un uovo? VERO!
      Internet non ha futuro (anno 2003)? VERO!
      La Montalcini è un putt..na che ha comprato il Nobel? VERO!
      I terremoti si possono prevedere con 24 ore di anticipo? VERO!
      La Biowashball lava il bucato e conserva i cibi in frigorifero emettendo infrarossi? VERO!
      L’auto ad aria compressa è una realtà? VERO!
      Le bombe di Brindisi sono state messe dal governo per indebolire il movimento di Beppe? VERO!
      Bersani è un fallito piduista? VERO!
      Tra uno scienziato e Beppe, il Popolo furbo e sveglio si fida di Beppe, che è un grandissimo politico, pensatore, studioso di scienza e, soprattutto, abile disvelatore di oscuri complotti dei poteri forti contro il Popolo.
      W BEPPE! W SCANZI!
      W LA CONTROCULTURA POLITICA E SCIENTIFICA DEL MOVIMENTO A 5 STELLE DI BEPPE E DEL SUO GIORNALE A 5 STELLE!

      • “Due cellulari cuociono un uovo? VERO!”

        Questa faccenda mi interessa molto, ma come lo cuociono?
        Strapazzato? Sodo? In camicia? All’ occhio di bue?
        Puoi essere più preciso? Beppe come le mangia le uova?
        Grazie 😀

      • renzo, quello personale di grillo riesce a fare l’omelette con formaggio e prosciutto cotto, noi comuni mortali dobbiamo accontantarci dell’uovo sodo, al massimo per fare una cosa chic alla coque (si scirve così??)

      • Amico Renzo, nonstante tu sia un servo dei poteri forti PD=Confindustria=Napolitano ti accontento subito.
        Il guru ha sentenziato:
        http://www.beppegrillo.it/2006/07/cervello_a_la_c.html

        E come sempre Beppe ha ragione!
        Io ho fatto un abbonamento con la mia società mobile con 300 minuti gratis mensili tra due sim, che ho inserito in due cellulari in cucina.
        Quando ho voglia di farmi un uovo, chiamo un cellulare con l’altro, risparmio e viene cotto benissimo!

        Con Beppe al potere l’Italia sarebbe finalmente stimata nel mondo.
        Negalo, se hai coraggio, su!

        • Nego e sai come ti rispondo?
          Con questo!
          http://www.beppegrillo.it/petizioni/wimax.php
          Dove sono le firme? Quando arriva il Wi-Max?
          Io è dal 2007 che sono in casa con le antenne fuori dalla finestra e aspetto le onde max e wi, e invece ancora niente 😦

          Però ti informo che uind, piscali e telescass hanno appena pubblicato l’ offerta “You & Marco 75”, la prendo senz’ altro 😀

  4. Ieri su La7 c’erano Ferrara Travaglio Maccaluso, Di pietro e Boccia. Sul tossico spara balle tutti elogiano Travaglio che ha sparato una massa di balle incredibili. Io invece ho goduto perché Ferrara e Maccaluso e Boccia gli hanno riso in faccia per tutte le boiate che diceva.

    Ancora ha detto che Ciancimino solo un papello era falso hahahha

    Ma non serve leggetevi i commentatori del fatto quotidiano come difendono il diffamatore.

    • Macaluso non è da portare in TV, diventa facile bersaglio, non per i contenuti ma per come li espone (l’ età è quella che è): molto meglio leggerlo.

      p.s. e Crapa Pelada arrogantello non ha nemmeno la dignità di riconoscerlo, non gliene frega niente, ma Mentana l’ ha fatto vergognare, richiamandolo al rispetto della persona: anche questo è da tenere in considerazione, è una persona veramente ignobile umanamente.

      • C’è stata una parte esilarante che dopo che Macaluso leggeva quello che aveva detto Ingroia su Napolitano che pensava lontanamente ad una interferenza. Travaglio dice sono giornalista e me ne frego di Ingroia e quello che pensa, dovrebbe essere cosi i giornalisti indipendenti e Ferrara sbocca:

        Ma smettila che ti conosciamo che ti fai le vacanze con Ingroia, smettila di dire ste cavolate che ti conosciamo. Io la a ridere hahaha

        Poi quando Boccia rideva sulla domanda di Caltanisetta a Travaglio ahhaha oppure quando Macaluso ma cosa diciiiiiii , le tue cavolate sul quel giornaletto, cosa dici “Dato che aveva insultato Macaluso come giudice di corte e corazziere”. Hhahahah

        Ma hai vsto faccia che aveva Travaglio? hahahah

        • E’ di Mantovano.
          Sì l’ ho letto prima, sono osservazioni condivisibili, così come è poco chiara la faccenda Messina Denaro di cui accennai qualche giorno fa.

    • Come si chiama il programma ? Ora vivo all’estero e non sono più aggiornato. Vorrei vedere un video in you tube, per quello chiedo il nome del programma. Trasmesso ieri 27 agosto ?

  5. @ Renzo C.
    Cosa si dovrebbe evincere da questo post? che Bolzoni è un pallonaro? O come mi pare di capire leggendo molti commenti su questo blog, che di pallonari in circolazione ce ne siano tanti? Da Bolzoni a Travaglio, da Lo Bianco a Rizza passando per La Licata fino ad Abbate e tanti altri ancora? Tutti pallonari. Pallonari per il gusto di inventare teoremi! Quello che non mi è ancora chiaro è se, secondo i tanti in questo blog, la “trattativa” è mai avvenuta o no (magari non come ce la raccontano i più)? O se deve essere un invenzione anzi il frutto di un teorema mediatico-giudiziario-giornalistico del quale continuare a parlare per anni?

    • In questo post commento 4 o 5 delle tante storie che Bolzoni ha raccontato su Repubblica e in TV.
      Per quale motivo da ciò fai una serie di domande che c’entrano poco o niente lo sai solo tu.
      Così come accomuni una serie di nomi fra i quali farei dei distinguo.
      Ad ogni modo, e per quanto mi riguarda, aspetto le sentenze di alcuni processi, così come di leggerne le carte, le sintesi addomesticate mi interessano pochissimo. Purtroppo però noto che, per certi pallonari, anche le sentenze passate in giudicato non hanno lo stesso valore, e la cosa buffa è che magari erano l’ accusa in aula.
      Per il resto, evinci un po’ quello che vuoi.

  6. Scusate il fuori testo;
    io non vedo la 7 su internet va e viene, poi non amo FERRARA perche ha cambiato idea non per convinzione ma per soldi.
    Ma la vita é strana ieri sera ho visto il pezzetto del HOMO SAPIENS(giusto?) travaglio be da come l’ha trattato ferrara mi sto ricredendo sulle sue facolta critiche bravo’

    • Nemmeno per sogno posso apprezzare l’ orco Ferrara, però ieri sera ha mandato di matto prima Tonino (mitica domanda sulla scatola di scarpe piena di soldi) e poi Crapa Pelada.

    • Come si fa a dire che uno cambia opinione per soldi e non per convinzione ?Per fortuna non abbiamo ancora macchine che sondano la bonta delle intenzioni. Attenzione a non fare gli stessi errori di Travaglio. Cambiare opinione si puo’ e talvolta si deve. Si tratta esattamente di una espressione di elasticita’ ed e’ sempre frutto di un ragionamento. Io stesso ho contribuito economicamente alla nascita del Fatto abbonandomi prima che uscisse in edicola e per altri due anni consecutivo… poi grazie a Dio ho cambiato idea.

    • Per quanto ne so, l’ esame del DNA in confronto con quello di un suo parente ha dato esito positivo, ma al 90% o giù di lì.
      La compatibilità c’è, non la certezza.
      Dovevano fare l’ esame a dei reperti organici di Giuliano che sono negli USA, con quelli si avrebbe la certezza al 100%, ma non s’è saputo più niente.
      Il reato di strage (Portella della Ginestra) non è prescrittibile, per cui, anche se molto difficilmente, Giuliano o chi nel caso l’ avesse aiutato a scappare, sarebbero ancora perseguibili.
      In questo caso non me la sento di criticare Ingroia: da un punto di vista dei soli costi, è nulla rispetto ai processi istruiti e celebrati senza arrivare a niente.
      Solo che, anche stavolta, non è arrivato a niente di definitivo.

        • Non so che dirti, di sicuro avrebbe un valore storico molto importante a fronte di costi irrisori.
          In altre parole, forse è vero che c’ha visto un’ opportunità mediatica, però rispetto ai soldi che buttiamo per processi inutili, un esame del DNA è ben poca cosa; se poi mette un punto chiaro e fermo su una vicenda storica tanto meglio.
          Anche Mengele lo hanno cercato per anni quando forse era già morto, così come altri ex nazisti: non si doveva farlo? Per me sì, se poi non trovi nessuno o solo una tomba… pazienza, però ci si è provato.
          Se non ci fosse Giuliano in quella tomba, potrebbero tornare buone un sacco di carte che indicano chi lo avrebbe fatto espatriare, dove, quali governi hanno nascosto la cosa… ecc… ecc…

      • Mengele lo cercavano perché qualcuno ne segnalava la presenza da qualche parte, ma adesso hanno smesso.
        La ricerca della verità storica è sempre importante, ci mancherebbe altro, ma non è una procura della Repubblica che deve occuparsene, dal momento che la sua unica preoccupazione dovrebbe essere quella di perseguire reati.
        Questa smania di protagonismo di alcuni Pm ci ha portato a questo: magistrati che pensano di poter fare qualsiasi cosa, come fossero investiti di un potere divino, illimitato, e senza dover rendere conto a nessuno di quello che fanno.

        • Beh è la stessa cosa per Giuliano: fino a poco fa c’era chi sosteneva fosse ancora vivo, altri che dicevano fosse morto in Canada o non so dove.
          Però proprio perchè il reato di strage (ha anche quella di Bellolampo sulla coscienza) non è prescrittibile, non so chi altri dovrebbe occuparsene se non una procura.
          Ribadisco, Pignatone aveva archiviato, Ingroia no: ci ha visto un’ opportunità mediatica? Può essere, però alla luce dei costi, della non prescrittibilità e della ricerca della verità, non ci vedo nulla di male.
          E’ solo il mio personale parere.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s