Crapa pelada l’ ha fa’ i danè

Una volta Charles de Gaulle disse: “Come si può governare un paese che ha duecentoquarantasei varietà differenti di formaggio?” I loro sono veramente ottimi, però in Italia c’è il Re, il Parmigiano-Reggiano, e la sua regina è la Mozzarella di Bufala. Conosco uno che ci ha fatto i soldi con la bufala, forse lo conoscete anche voi.

Le vendeva a 9,90 euro l’ una, nel più classico dei prezzi appena sotto l’ intero superiore, così sembra che costi meno. Nessun problema, se almeno fosse stata buona. Il piazzista, uno bravo a propagandare la propria merce, ne magnificava le qualità, i contenuti, l’ assoluta integrità. Era talmente bravo che ne ha vendute 25.000 in poco tempo, tanto che è tornato al caseificio per stamparne altre per soddisfare le richieste. E’ forse vicino al vero che ci possa aver fatto 300.000 euro lordi con le bufale?

Solo che mentiva, di sicuro sulla parola “integrale“, e non si sa quanto consapevole o meno, ma il problema è suo, mica di chi comprò la bufala: se propagandi delle caratteristiche fasulle, lo fai a tuo rischio e pericolo, ed anche un “non lo sapevo” non ti rende incolpevole, semmai ti rende ridicolo oltre che falso.

Teoricamente gli acquirenti truffati potrebbero rivolgersi all’ Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, competente anche per la pubblicità ingannevole, ma bisogna prima accorgersene, verificare e infine segnalare, e chi se la prende questa briga? I casi penso siano molti più di quelli segnalati all’ autorità, però almeno farli conoscere a più persone possibile sarebbe già qualcosa, soprattutto se non si tratta di mozzarelle bensì siano documenti importanti sulla mafia.

Infatti la bufala in questione è il noto dvd della penultima intervista a Paolo Borsellino, quello venduto allegato al Fatto Quotidiano dal 18 dicembre 2009. Già nel passato mi sono occupato della faccenda, era ancora online il blog Voglioscendere, e Travaglio, il piazzista di bufale, intervenne ben sei volte per tentare di smentire ciò che era sotto gli occhi di tutti: era evidente mancassero dei pezzi, bastava guardarlo il filmato, cosa che lui o non aveva fatto o sperava passassero inosservati alcuni dettagli in grado di smentire ciò che aveva solennemente affermato, e che continuò a sostenere anche di fronte all’ evidenza, per poi concludere come leggerete.

Non serve correre in edicola per ordinare il dvd, è stato messo online fin da subito su Youtube, e questa è una delle copie che si possono vedere e da cui parto per far notare alcune cose.

Al tempo sollevai un discreto casotto nel blog Voglioscendere, purtroppo però i commenti (compresi quelli di Travaglio) sono in mano a Casaleggio Associati, quelli che hanno adesso la gestione del sito web di Chiarelettere: in un primo momento hanno rimesso online solo Corrias, commenti inclusi, poi, molto tempo dopo, anche Travaglio e Gomez, commenti esclusi. Li rimetteranno online? Chi lo sa, intanto son passati anni, poi vedremo, ma è gente di cui avere la massima fiducia, basta essere fan del guro ricciolone, noto orticoltore. Alcuni di essi però non sono andati persi, almeno ci sono quelli che ha salvato Enrico nel suo blog, anche se purtroppo non è tutto, visto che segnalai le anomalie del video già nel thread precedente a quello in cui intervenne Travaglio. La prova? Ecco ciò che scrissi dopo, nel thread successivo, lunghissimo, c’erano svariate centinaia di commenti.

“# 33    commento di   Renzo C –   lasciato il 5/1/2010 alle 23:36

 # 14 commento di Versione integrale ? [era forse Enrico? n.d.r.]

Ho visto uno dei video e mi pare questione di lana caprina, come ho già scritto nel thread precedente.
Semmai è un altro il punto per cui non può essere definita integrale, ma non lo riposto qui.”

Nei suoi interventi, come potete leggere nel blog di Enrico, Travaglio affermò un paio di cose piuttosto importanti, queste (il grassetto è mio): “Forse qualcuno dovrebbe mettere mano al dizionario della lingua italiana per informarsi del significato di “integrale”. Intervista integrale non vuol dire che, quando i giornalisti accendono la telecamera, non la spengono e non la spostano più per tutte le ore dell’intervista. Vuol dire, semplicemente, che tutto quel che i due giornalisti francesi hanno girato e stava sul nastro dell’intervista a Borsellino l’hanno dato a noi, che l’abbiamo riversato sul dvd senza togliere nemmeno un nanosecondo. Che poi ci siano delle pause nella ripresa, lo capiscono anche i bambini (non si capirebbe, invece, se l’avessimo montato): per esempio, quando Borsellino chiede di staccare perchè ha una telefonata di lavoro in corso, dopodichè gli rifanno la domanda o quando finisce la cassetta e viene sostituita. Di che cosa dovrei o dovremmo scusarci? Di aver definito integrale un filmato integrale?” E ancora, in un altro suo sucessivo intervento: “Quanto al dvd di Borsellino, confermo per l’ultima volta che esso riporta il filmato integrale dell’intervista fatta dai giornalisti francesi nel 1992, che ci hanno riversato l’intera pellicola girata in quell’occasione.”

Come scrissi a Enrico a suo tempo, gli stacchi (i buchi) nella registrazione sono più di uno, ma per poter sollevare la massa degli uligani dal loro torpore, era molto meglio evidenziarne uno solo, per semplicità (l’ uligano è mono neuronico) ed evitare che si perdessero nel filmato, e perchè in fin dei conti non cambiava la sostanza del discorso: mancano dei pezzi. punto. E basta che ne manchi anche solo uno, perchè le affermazioni di Travaglio siano delle bufale.

Riguardando il video, per scrivere questo post che da tempo avevo in sospeso, mi sono accorto anche di quella che sembra una manipolazione audio. Adesso, se qualcuno ha voglia di divertirsi, provate a contare quanti sono i buchi in totale e, sempre se vi va, ascoltate l’ audio a doppio livello al minuto 30:58 del video che ho messo qui sopra, e cercate di sentire la parola “giudice” che trascrive Valentina Culcasi. Varrebbe la pena chiederle cosa ha sentito per farne la trascrizione, forse è dotata dell’ orecchio assoluto: io no, ho un udito normale.

Per capirci su cosa intendo per buco, a 52:17 ne trovate un esempio e questo, sia chiaro, non può essere fatto in alcun altro modo se non da banco regia, smentendo completamente ciò che afferma Travaglio sia per iscritto che nel video al punto 9:05, con ampio gesto della mano. In sostanza, il dvd non è affatto tutto il girato, è ciò che dalle cassette è stato preso e montato in regia, e le mancanze (i buchi) ne sono la prova provata.

La domanda che ritengo sia naturale porsi è quindi: sapeva di mentire o no? Personalmente credo di no, nel senso che non se n’è accorto e non ha forse supervisionato il lavoro di riversamento, ma come forse avrete notato, nei due commenti scritti da lui su Voglioscendere, si contraddice: nel primo afferma che hanno riversato loro il girato dalle cassette (nel 92 si usavano apparecchiature analogiche con nastri da 3/4″ di pollice) al dvd, mentre nel secondo, forse accortosi del guaio, rimanda la palla ai francesi.

Ad ogni modo, visto che le cose si mettevano male, decise di propinare una supercazzola per tentare di insabbiare la faccenda: “Forse i complottisti non hanno mai visto il filmato integrale di un’intervista: che non è un flusso armonico di immagini ininterrotte, ma un materiale magmatico di inquadrature diverse, da diversi punti di vista, in cui alla fine spesso l’intervistatore ripete due o tre volte la stessa domanda a seconda del numero delle inquadrature che gli vengono fatte dai vari cameramen o dallo stesso cameraman da diversi punti di osservazione.”

Questa è una colossale baggianata, perchè il girato è esattamente così, ma il dvd invece è proprio l’ opposto, basta guardarlo, cosa che lui è probabile abbia fatto frettolosamente, ed è per questo che di tanto in tanto lo prendo per i fondelli col suo “armonico magmatico“. Ma non è finita qui, c’è anche un’ altra faccenda di cui scriverò in seguito, già sollevata da Enrico ma ancora troppo poco nota.

Crapa pelada

L’ ultimo intervento di Travaglio era invece indirizzato a me personalmente. Non mi cita, ma avevo scritto un commento trappola su Mori, perchè, visto che altri commentatori continuavano a scrivere stesse rispondendo a Enrico, volevo la prova che stesse leggendo ciò che scrivevo. Puntualmente ci cascò, puntualmente gli svelai il trucco, puntualmente sparì dalla circolazione nei commenti per mesi e mesi, forse piccato di essersi fatto prendere in giro pubblicamente, dopo però averci apostrofati come “decerebrati”.

Con questo e altri dvd, assieme ai libri e tutto il resto, il Crapa pelada l’ ha fà i danè, solo che i va in sacoccia ai so fradei. Ma nel finale c’è uno spiraglio di speranza anche per lui.

 

«Crapa pelada,
con la parrucca
forse potrai guarir!».

Advertisements

132 thoughts on “Crapa pelada l’ ha fa’ i danè

  1. Sempre a proposito di Marco Travaglio ecco che cosa dice in prima pagina “IlTribuno.com” (copio e incollo il testo): “Nel suo editoriale del 29 giugno, Marco Travaglio attacca Luciano Violante che sul Foglio lo avrebbe accusato di golpismo, associandolo a Di Pietro, e Grillo. Se fosse vero daremmo ragione a Marco, l’accusa sarebbe piuttosto ridicola. Purtroppo per lui Violante parla solo di “progetto distruttivo” del trio Dp-G-T. e la parola golpe neanche la pronuncia. Nel suo articolo Travaglio usa disinvoltamente i fatti anche su un’altra vicenda, marginale quanto volete, ma comunque indicativa. Violante il 23 luglio 2009 fu sentito da Ingroia e Di Matteo nell’ambito dell’inchiesta sulla trattativa Stato-mafia e, avendo il giorno dopo letto sui quotidiani il contenuto della sua deposizione, si arrabbiò molto. Nell’intervista al giornale di Ferrara ribadisce la sua irritazione parlando di una procura prigioniera dei giornalisti. Travaglio, che come è noto è molto amico di Ingroia, difende ovviamente la procura di Palermo e scrive che Violante uscì dall’interrogatorio alle 12,45 e che parlò con i giornalisti che non pubblicarono una riga della sua deposizione, “solo un accenno al contenuto alle 21,38”. Messa così sembrerebbe che a dire tutto ai giornalisti sia stato Violante e che i cronisti, pur di non violare la sacralità del segreto istruttorio, non scrissero nulla. In realtà il primo lancio dell’Ansa che attesta l’uscita di Violante dalla stanza di Ingroia è delle 12,52 e vi si legge: “Mi hanno fatto domande sul periodo in cui ero presidente dell’Antimafia, ha detto Violante che non ha voluto rilasciare altre dichiarazioni”. Dunque l’ex presidente della camera non disse un bel nulla ai giornalisti presenti. Altrettanto sbagliato è che fosse trapelato solo qualche contenuto alle 21.38. Perché l’agenzia Ansa, esattamente alle 22,00, pubblicò un complessivo che riportava una parte importante del contenuto della deposizione di Violante, attribuendola a indiscrezioni e non certo a Violante stesso: “Violante avrebbe anche parlato della richiesta di un incontro avuta da parte di Vito Ciancimino, corleonese, ex sindaco di Palermo condannato per mafia e morto nel 2002 a Roma, quando era presidente della commissione antimafia. Secondo indiscrezioni, Ciancimino avrebbe fatto avere la richiesta a Violante attraverso un ufficiale dei carabinieri. L’ex parlamentare ha detto ai magistrati che rifiutò l’incontro”. E in un lancio delle 21,57 l’Ansa aveva precisato che l’ufficiale dei carabinieri che invitò Violante era Mario Mori. Chi sarà stato a dirlo ai cronisti presenti? L’uccellino? Ora, noi crediamo che la trattativa stato-mafia ci sia stata, che sia stata un errore o peggio un’infamia, che sia giusto indagare senza guardare in faccia a nessuno, che il diritto di cronaca sia più importante del segreto istruttorio, che qualche protagonista di quella triste pagina ciurla nel manico, ma pensiamo che qualche volta anche Travaglio ciurla nel manico e che spesso ricorra a scorrette allusioni. Soprattutto quando si tratta di difendere gli amici.” (fonte http://www.iltribuno.com)

    Traete voi le conclusioni.

  2. @ Littorio Mangano

    Poichè ricordo che avevi scritto della recente testimonianza di Gaspare Mutolo a Palermo, della quale dubito tu abbia ascoltato al tempo la registrazione, bensì ti sei forse fidato delle sintesi giornalistiche o della Sonia Alfano (cacciata da IDV, e pensa che non avevano cacciato Scilipoti e Razzi) o delle agenzie, altrimenti non si capisce come potesse averti convinto, adesso Enrico ne ha messa online la trascrizione, quindi, senza nemmeno la fatica di ascoltarlo, puoi leggere parola per parola cosa ha raccontato questo egregio signore al processo.

    Ma ciò che mi fa veramente imbufalire è che Ingroia e Di Matteo stanno da anni facendo un giochetto ai danni di Mori e promettono di continuare ancora per anni, certi che non pagheranno mai nulla per l’ accanimento.
    Il processo Mori/Obinu è destinato a protrarsi ancora per non si sa quanto, e alla luce delle testimonianze di Ciancimino e Mutolo, non approderà a nulla.
    Per questo sono già pronti per il seguito, ma ormai anche Magistratura Democratica ha abbandonato Ingroia, e Guido e Messineo non hanno firmato mica così a cuor leggero, ormai è abbastanza chiaro che dopo 2 processi inutili, incluse le figuracce di pennivendoli come Bolzoni e la Amurri, sembri sempre più una battaglia fra Carabinieri e alcuni magistrati di Palermo, più propensi a rivolgersi a telecamere e giornalai amici, toghe presenzialiste e dispensatrici di omelie non richieste, che non impegnate in indagini di mafia.

  3. Per quanto riguarda l’odiosa diatriba travaglio-Nazionale mi permetto di esporre il mio pensiero: Travaglio cerca in maniera miserevole di raschiare il fondo del barile andando a prendere le simpatie dei boriosi per cui “i problemi sono ben altri” e non ci si può nemmeno godere una partita in santa pace per un paio d’ore. Lui deve rimanere all’interno del suo personaggio che ha fedeli formati da un target di gente per cui “che schifo la partita dell’Italia”, “i problemi sono ben altri”, ” se la gente scendesse in piazza a protestare invece di festeggiare”, ossia gente piena di questi “pensieri” populistici per cui ovviamente se uno vuole divertirsi con gli amici un paio d’ore a vedere una partita di pallone, o trovare una scusa per festeggiare deve essere additato come il male dell’Italia, perché in quelle due ore dovrebbe fare appunto “ben altro”. Il che oltre ad essere un ragionamento stupido è anche in certo qual modo snob e pieno di disprezzo. E per questo motivo il censore Travaglio si augura che l’italia perda, in modo tale che quegli italiani tanto stupidi da tifarla abbiano una lezione e i suoi fan acefali gioiscano.

  4. Mi sembra che la premoderazione funzioni a seconda dei blog e degli articoli che si commentano. per alcuni i commenti appaiono immediatamente, mentre per altri bisogna attendere anche per ore per vederli pubblicati, se vengono pubblicati.
    Evidentemente ci sono temi e autori più sorvegliati di altri.

    • E’ la stessa premoderazione che abbiamo conosciuto fino ad avantieri. Per alcuni blog minori e per certi articoli “meno sensibili” i commenti sono fulminei. Ma prova a commentare sul prossimo pezzo con tema “Grillo” o “elezioni” e poi dimmi…

      • Dalle nuove dichiarazioni di Ingroia mi appare chiaro che la strategia è quella di andare oltre alla semplice indagine volta a individuare reati, che sarebbe la missione di un magistrato.
        Ingroia pretende essere investito dal compito di ricostruire una verità storica, morale e politica, quasi fosse un sacerdote investito da un potere sacro e chiunque gli faccia notare le mancanze e le contraddizioni delle sue ricostruzioni non possono che essere considerati eretici.

        • Per l’ appunto.
          Solo che la magistratura dovrebbe limitarsi a sanzionare chi viola la legge, mentre Ingroia ammette candidamente che “… fermo restando che tale comportamento [la trattativa n.d.r.] può essere penalmente irrilevante, non sarebbe forse un comportamento meritevole di verifica in altra sede, soprattutto politica, proprio come sta facendo la commissione parlamentare Antimafia?”
          In altre parole, indago su ciò che non presenta un profilo penale su cui rinviare a giudizio qualcuno, e perchè lo faccio lo so solo io, ma dico in giro che indago per ricostruire verità storiche.
          Domanda: ti paghiamo per fare ciò?
          Non solo si limita a confessare questo modus operandi al di fuori delle finalità istituzionali della magistratura, ma dalla sua procura escono di tanto in tanto intercettazioni ancora coperte da segreto istruttorio e anche la notizia che ce ne sono alcune inutilizzabili, ma ci sono, così Travaglio, suo noto amicone, può ricamarci sopra.

          Questo è Ingroia oggi, fino a ieri era invece il “dottore” di Ciancimino.

          E 20 anni fa, cos’era?

          fonte, lui stesso: http://www.unita.it/italia/la-trattativa-giusto-indagare-i-di-antonio-ingroia-i-1.422716

      • “Perché la magistratura non può e non deve supplire alle inerzie e alle lacune degli altri, della politica in primo luogo” (cit.).

        Insomma, non lo potrei fare, però lo faccio lo stesso 😀

        • Esatto, ma non mi fermerei a ciò.
          La domanda che mi sorge spontanea a questo punto è: e allora perchè lo fai?
          Non lo paghiamo per qualsiasi risposta possa dare, e Ingroia costa caro alle casse pubbliche.

      • Ha confessato e passa per paladino della giustizia, nel blog di Grillo. E’ ridicolo forte ma forte forte dopo che ha dato adito ad un pataccaro e detto sciocchezze a livello mostruoso. Ormai si candida in politcica perché ha fatto una gran figura di m… e sa che non lo possono cacciare.

      • C’è ancora solo il tuo, e son passate ore.
        Capiranno che oltre ad essere inutili come poche altre cose, ormai non li legge più nessuno?

      • Non è neanche la prima volta che la Alfano fa una marketta in favore di un libro scritto da un amico dell’antimafia militante.
        Le scritture di queste autobiografie testimoniano però il grado di auto compiacimento e di narcisismo raggiunto da queste persone, che a questo mondo hanno una qualche rilevanza solo perché sono parenti di persone uccise dalla mafia.
        L’essersi proposte come eroi e eroine in prima persona, pur non avendo fatto niente per giustificare il ruolo, usando la morte tragica dei loro cari mi fa ritenere sempre più che non siano neanche in buona fede, o che comunque non lo sono più.
        Io sono sempre convinto che finché non c’è una propria contraria la buona fede delle persone deve essere sempre presunta.

  5. Qualcosa si muove nel FQ! Se ci fate caso, non si vedono piu’ gli autori dei “like” ai commenti, che cosi’ potrebbero essere dati da chiunque…altro potenziale espediente per indirizzare le discussioni!! In aggiunta e; scomparso l’avviso sulla premoderazione, che pero’ c’e’ ancora: fine sperimentazione, e’ stata adottata in via permanente?

  6. Molto bella quest’ immagine di Travaglio, è una foto che dice tutto o quasi.
    ira
    http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/1-travaglio-insiste-non-tifo-italia-nessuna-vittoria-alleuropeo-pu-cancellare-lo-scandalo-calcioscommesse-40927.htm

    L’ articolo è la solita invettiva manettara anti-tutti, dove lo zerbino con la schiena dritta se la prende con chi lo ha contestato, e, come solo lui sa fare, si erge a moralizzatore col ditino dritto, dimenticandosi che ha la coscienza lurida di un sacco di puttanate vendute negli anni e mai emendate.
    Nel suo piccolo di pennivendolo falso e arrogante ha fatto pure lui una discreta quantità di danni alla credibilità italiana, ma poichè non riveste cariche pubbliche, può spalare merda liberamente.

    Così almeno crede lui e i suoi uligani.

    • ahahahahahahah Io sono anche convinto che lui seriamente abbia sempre votato berlusconi. Sarò malizioso ma… a volte c’azzecco 😀

    • Questo non è Travaglio, ma Olcese, quello che faceva “Chiquito e Paquito”
      (quello alto)…

    • Non so se avete saputo, ma ieri notte dopo la partita è stato arrestato per rumori molesti un tizio che suonava in maniera convulsa e continuativa il clacson della sua auto.
      Era in mutande e ha detto di chiamarsi Marco Travaglio.

      • “Era in mutande…” Ogni pretesto è buono per dare sfogo alle tue fantasie erotiche, vero? 😉

        @Renzo – Bravo, e tu incoraggiala. Poi chi la tiene più?
        😀

        • A questo punto, e solo per Tecla, una foto di Travaglio in mutanda gliela posso offrire, colto nel plastico momento di tuffarsi, sotto lo sguardo ammirato del grizzly er Padella.
          Volendo sottilizzare, sembra un po’ rachitico, o un po’ meno statuario di Balotelli, a scelta 😀
          trava-padella

      • Ti ringrazio Renzo per il gentile pensiero, però con l’immagine dei Bronzi di Riace insieme mi hai messo in una condizione di ardua scelta!
        ps. Comunque avevo ragione io, mister T. è più tipo da mutande che da boxer :-).

    • Approveranno?
      Pure io ho scritto 3 righe di ringraziamento sul video di Gomez e Scanzi, perchè mi han fatto piangere dal ridere, ma non so se lo passano.

      • l’ho letto anche io ieri e sono rimasta a bocca aperta: una serie ininterrotta di cazzate così assurde (da notare i virgolettati) che non mi pareva possibile che ci fosse un articolo del genere in homepage. che tristezza pagani.

      • Il tuo commento è stato pubblicato come prova di veridicità della perspicace tesi scanziana sulla “totale differenza tra reputazione cartacea e web reputation”!

        • Avran capito che li prendevo per i fondelli?
          Proverei a chiedere a Scanzi lumi sulla sua tesi, sempre se ne sa qualcosa.

          p.s. scusate, è domanda oziosa: Scanzi sa tutto di tutti dappertutto, lo dimenticai.

    • Immagino che declini ogni responsabilità più per il primo piano di Gomez che per la sua incoerenza. 🙂
      Al riguardo segnalerei: “Noi abbiamo un sito che è totalmente commentato e le critiche ce le prendiamo e ce le portiamo a casa”…Mancava il pezzo finale: Però solo quelle che scegliamo noi e decidiamo noi di pubblicare.

  7. RENZO C ti annunzio che a partire dal giorno 4 agosto il tossico aumentera le vendite di una copia (é poco ma sempre meglio che nulla) rientro in italia per un mesetto e lo comprero anche se sara la prima volta ,mi devi capire anche se usero i guanti finalmente potro toccare l’oggetto del C….
    spero di uscire indenne dalla prova cosi ci risentiamo a meta agosto ciaooooooooooooooooo

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s