Buoni tutti

Così sono capace anch’ io, resta solo il dubbio se serva il tesserino da giornalista, ma è un dettaglio.

Non oso addentrarmi su argomenti di cui sono un semplice osservatore, ovvero scrivere di giornalismo, conosco i miei limiti, ma questa volta sul Tossico online hanno davvero raggiunto i vertici assoluti del leccaculismo e, nello stesso tempo, hanno toccato il fondo del giornalismo: complimenti vivissimi. Per adesso nessuno ha messo il proprio nome sull’ articolo, e dubito che ci sarà mai una firma, anche perchè non saprei cosa ci sarebbe da firmare, il nulla cosmico?

Mi riferisco a quanto ho letto proprio adesso, ovvero questo sapiente esercizio di copia/incolla, dove si possono contare le parole che la Redazione è riuscita a scrivere. Venti? Forse meno, fra cui meritano menzione “apologo” (tanto per fare scena) e ben due “comico genovese“. Il resto è il post di Grillo, incollato bellamente per intero, nemmeno un commentino finale, niente.

Adesso vedremo quanti grillonzi si lamenteranno ancora del Tossico (sì Renato, tu sei il primo che mi viene in mente), quanti di loro riconosceranno onestamente e sinceramente che al Tossico si sono squallidamente messi a 90°, altro che schiena dritta, altro che giornalismo critico e sferzante come piace (a chiacchiere) al pennivendolo Travaglio. Telese ha raccontato ciò che aveva visto e sentito in prima persona, e alla luce di questo servizietto di eco mediatica, si può ancora dubitarne?

Non so se hanno letto ciò che ha scritto proprio ieri brain67, perchè sono stati veramente tempestivi nel confermare che il Tossico è entrato a pieno diritto nel clan dei Casaleggesi.

p.s. sempre ieri, tanto per gradire, mi hanno censurato questo commento: di sicuro è critico e duro, ma non avevan detto che erano più contenti di leggere commenti critici? o il link al Corriere con l’ editoriale di De Bortoli sullo stesso tema affrontato da Travaglio è considerato bestemmia?

Advertisements

268 thoughts on “Buoni tutti

  1. Alfiere2000: I commenti non dovrebbero essere di 1.500 caratteri massimo?

    Narratore: Sì, Alfiere! L’altro giorno, se rammenti, hai dovuto spezzare in 3 brani una lunga analisi (inciso: e poi non te li hanno nemmeno pubblicati!)
    Alfiere2000: Grazie Narratore. 😉

    Guardate questo (al di là del contenuto che non rileva).
    2.425 caratteri (spazi esclusi) – 2.871 caratteri (spazi inclusi)

    Ancora una volta alcuni sì … altri no!

  2. Sti bugiardi pisciasotto, sotto a questa immondizia

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/06/20/trattativa-stato-mafia-de-donno-e-la-presunta-telefonata-a-dellutri/270270/

    non hanno esitato neppure un secondo (com’era ben prevedibile) a censurare alla grande questo mio messaggio:

    “… le “rivelazioni” della vedova del giudice Borsellino, Agnese Piraino Leto, che ha raccontato ai pm lo sfogo del marito che, poco prima di morire, le avrebbe confidato che il generale Antonio Subranni, comandante del Ros nei primi anni Novanta, era “punciuto” (affiliato a Cosa nostra, ndr)…”

    Tanto per cambiare, cara Redazione, questa informazione è FALSA. Agnese Borsellino ha raccontato una cosa completamente diversa, leggetela, o ascoltatela (visto che per rilasciare a voi le interviste, la salute che non ha per rispondere a poche sintetiche domande della difesa di Mori, invece la ritrova) e confrontatela col vostro modo di riferirla. Ascoltando la voce (pur tagliata in parte, pure quella) registrata di Agnese Borsellino passata da Santoro, si scopre, com’era prevedibile, che le parole da lei riferite sono oltretutto diverse da quelle trascritte sui verbali dai PM di CL, le quali invece rappresentano una “sintesi” abbastanza furbacchiotta. La sig,.ra Agnese vede rientrare il marito sconfortato e privo di appetito. Le ragioni sono le problematiche sul lavoro, le tensioni con i colleghi. Poi si sente la sig..ra Agnese aggiungere che il marito gli riferì che “fra tante cose” QUALCUNO GLI AVEVA ANCHE detto che il gen. Subranni era punciutu. CHE E’ COSA BEN DIVERSA DALL’AFFERMARE CHE IL GIUDICE AVREBBE RIFERITO IN TERMINI OGGETTIVI CHE SUBRANNI ERA PUNCIUTU, COME AVETE SCRITTO VOI. A Borsellino erano venuti i conati di vomito, perchè per lui l’Arma dei CC era intoccabile. Il significato è chiaro e lineare. In quel “nido di serpenti” (così aveva definito Borsellino la procura di Palermo) fra le tante porcherie che aveva visto e sentito (fra tante cose) qualcuno era arrivato persino a raccontargli la menzogna che un generale dell’Arma era affiliato a Cosa Nostra. “Punciutu”. Per Borsellino la calunnia era tale da fargli venire i conati di vomito. Sfido voi, i PM di Palermo e di Caltanissetta, o chiunque si senta di farlo, a dimostrare in che cosa la mia interpretazione delle parole di Agnese Borsellino sarebbe meno fondata o meno credibile dell’ interpretazione, di chi vorrebbe invece che un magistrato serio come Paolo Borsellino avesse preso per buona al primo colpo una porcheria simile detta da un ignoto ai danni di un generale dell’Arma, e che se ne fosse lamentato facendo persino, con estrema leggerezza, il nome del funzionario corrotto alla moglie, cosa che Borsellino, come conferma la stessa moglie, non fece mai in nessun’altra occasione.

  3. Il Fatto mi ha censurato un altro messaggio, forse perché critico Tonino che nonostante odi fortissimamente il PD (e ha ragione) continua a presentarsi alleato del PD=PDL=mafia.
    Mi sembra assurdo che Tonino vada alle elezioni insieme al PD=PDL=Mafia, non è un atteggiamento molto coerente per il grandissimo ex magistrato, paladino di Marco prima che si schierasse totalmente con Beppe, amato dalla gente per la sua cultura. la sua eleganza, il suo eloquio, la sua bravura, la sua estraneità dalla casta PD=PDL=Lega=komunisti.
    Mi sa che i troll piddini purtroppo siano molto influenti tra i moderatori del giornale a 5 stelle di Beppe e Marco.
    Questo il mio commento censurato:
    —-
    Di Pietro e Travaglio hanno ragione, come al solito: Napolitano, Mancino e tutto il PD (nessuno escluso) sono chiaramente intrallazzati con la mafia.
    Il Fatto Quotidiano, l’unico vero tribunale affidabile (i tribunali veri sono lottizzati dal PD=PDL=mafia), ha già scritto la sentenza: Napolitano è colpevole, punto e basta.
    Persone di enorme affidabilità come Ciancimino, Sandra Amurri e Lillo hanno spiegato con chiarezza che la trattativa Stato-Mafia c’era eccome, e continua tutt’oggi, e che Napolitano, come chiedono a gran voce i lettori del Fatto (giornale del secondo partito d’Italia), dovrebbe essere processato per i gravi crimini che gli vengono imputati dal giornale-tribunale a 5 stelle.

    Non capisco però perché Di Pietro sia ancora alleato con i mafiosi del PD.
    Che senso ha portare voti ai Picciotti Democratici (colpevoli della Trattativa Stato-Mafia ampiamente dimostrata da Travaglio e Ciancimino), cioè ai corrotti, ai ladri e ai mafiosi?
    So bene che Di Pietro odia il PD anche più di Beppe e Marco, però Beppe e Marco lavorano per danneggiare il PD e fargli perdere le elezioni, mentre Tonino supporta il PD e rischia di farlo vincere, portando i delinquenti del PD al potere!
    Com’è possibile tutto questo?
    Di Pietro è a un complice di ladri e mafiosi o sta cercando di distruggere il PD dall’interno?

    Sta di fatto che Tonino ha già manifestato tante volte di voler abbandonare i ladri del PD per allearsi definitivamente con Beppe e il suo moVimento a 5 stelle, che presto sarà la prima forza politica del paese.
    Il problema è che Beppe non lo vuole, però forse dovremmo convincere Beppe ad allearsi con Tonino.
    La forza, la potenza, la competenza, l’onestà dei ragazzi puliti di Beppe insieme all’esperienza di Tonino: sarebbe un’esperienza politica bellissima, eccezionale, che porterebbe l’Italia ai vertici mondiali sotto tutti i punti di vista.

    Forza Beppe! Forza Marco! Forza Tonino! Forza Fatto Quotidiano!
    Fate uno sforzo per allearvi in un’ottica anti-PD e dare all’Italia un bellissimo ed emozionante governo a 5 stelle, guidato da Beppe con la collaborazione dei suoi ragazzi puliti e coltissimi, e da Tonino che è un politico eccezionale dotato di tanta onestà e competenza!
    Beppe + Tonino + Fatto Quotidiano = Italia miglior paese del mondo
    Bersani = Prodi = Napolitano = PD = PDL = mafia = Italia senza credibilità internazionale

    • Beh dai, hai esagerato, non puoi scrivere “Bersani = Prodi = Napolitano = PD = PDL = mafia “, loro possono, noi no.
      Dobbiamo pensarlo e comprare la loro roba, soprattutto comprare 😉
      Anzi, se compri e non pensi è ancora meglio.

  4. Ciao Renzo e tutti, vi seguo ormai quotidianamente e leggendo i vari post mi viene da fare un’osservazione.
    Renzo mi correggerà se dico una cosa inesatta, ma penso che questo blog sia nato in sacrosanta reazione alla censura praticata sul e dal FQ online. Le scoperte di Detestor non lasciano adito a dubbi su come al FQ gestiscono la questione del libero pensiero e della libera espressione da parte dei lettori. La censura – anche se non ne sono io la vittima – mi fa imbestialire, e infatti ho smesso di commentare. Il giornale poi ormai non lo leggo quasi più. Solo un’occhiata ai temi economici e sindacali. Non ce la faccio più a seguire le infinite storie e controstorie di mafia e politica corrotta e leggi e magistratura e ministri della Giustizia e votazioni sulle riforme della giustizia e riforme della giustizia e papelli e pentiti e generali dei Carabinieri e leggi ad personam e contra personam, lo dico senza offesa per nessuno ma hanno rotto. Non se ne può più.

    Detto questo, mi sembra che le discussioni su questo blog siano largamente slittate su un vivace antigrillismo, alimentato dal grillismo ormai sistematico (anche se non ancora totalitario) del giornale. Voglio essere chiaro: il grillismo non piace neanche a me, lo trovo preoccupante e torbido, non ho votato né mai voterò per il M5S. Sono una persona di sinistra, e cosa penso dell’attuale governo e di tutto il sistema socioeconomico di merda nel quale ci fanno affogare lo potete immaginare: vi risparmio l’imbarazzo di leggerlo, mi autocensuro al riguardo. Ma non ritengo affatto che Grillo e Casaleggio siano la via d’uscita verso magnifiche sorti e progressive, anzi, essi sono parte integrante del sistema. Sono un’altra delle mille facce dello stesso imbroglio. Certo, Grillo alle volte spara a zero contro sistemi e presidenti. Ma i suoi motivi non sono i miei. Lo testimonia l’assenza di qualsiasi riferimento, nel programma del M5S nelle sue varie versioni, a questioni economiche e sociali di fondo. Un’assenza che parla più di mille comizi e mille V-Days.

    Tuttavia, fino a quando il FQ non diventerà proprietà di Casaleggio – cosa che per ora ancora non mi pare sia -, penso abbia il diritto di sostenere Grillo (o Di Pietro, o chiunque) non per servo encomio, a differenza dei giornali di proprietà di imprenditori e imprenditori-partiti, ma come legittima e autonoma linea politica e commerciale. Capisco la rivolta contro la censura, davvero vergognosa. Ma l’acredine rancorosa sul fatto che il FQ, anche ovviamente per convenienza commerciale – per vendere di più – si butti sul grillismo la trovo infantile. Poi certo, se a uno sta sulle scatole Travaglio ha il pieno diritto di criticarne i comportamenti e le ipocrisie. Se a uno dà fastidio che il FQ parteggi per il M5S, fa benissimo a esternare i suoi sentimenti al riguardo. Ma ho come la sensazione – magari infondata, eh – che molte delle critiche che si leggono su questo blog nascano puramente e semplicemente dall’odio per il grillismo, e che per coloro che criticano sarebbe spiacevole leggere opinioni equivalenti alle loro ma di segno diverso. Io, ad esempio, odio il PD. Lo detesto, ne auspico l'(auto)distruzione il prima possibile. Quando sparirà, dopo avere fatto danni a questo Paese in misura assai maggiore di quanto abbia fatto finora Grillo, festeggerò. Se alcuni degli antigrillisti su questo blog avessero un giornale e un forum di commenti, siamo sicuri che non mi bannerebbero o non mi insulterebbero online?

    • Per certi aspetti sono d’accordo con te, per altri meno e provo a chiarire il mio punto di vista.
      La tua premessa è perfetta, il blog nasce proprio perchè su vari argomenti sono e siamo stati più volte censurati, quindi la finalità di mantenere traccia di questi casi è stata soddisfatta ed è comunque un lavoro in corso, visto l’ andazzo.
      La deriva antigrillina che hai notato è però la conseguenza stessa della loro censura, perchè, come avrai letto, si sono concentrati proprio sulla difesa del consenso pro Grillo.
      Questo fatto ha provocato abbastanza naturalmente una reazione contraria sempre più accanita, sfociata anche in palesi prese per il culo, che però i moderatori non sono stati in grado di riconoscere ed hanno approvato pur essendo commenti ridicoli.
      Se facciamo un passo indietro, ricordando i proclami fondativi di Travaglio, non solo hanno disatteso la pluralità e la libertà di pensiero/commento, ma si sono anche messi al servizio del grillismo, fatto che avevano escluso dalle possibilità: un giornale senza padroni e senza indirizzo politico.
      L’ appoggio a SEL e IDV era molto meno smaccato, anche se visibile, quello a Grillo è invece talmente evidente che non solo noi commentatori lo stiamo sottolineando.
      Non credo che tutti qui pensino di Grillo ogni male, almeno non io, ma l’ effetto che il FQ ha ottenuto, almeno su alcuni di noi, è stato di repulsione e indignazione.
      Un giornale che non abbia una preferenza politica o un afflato benevolo verso alcuni soggetti è pura utopia, ne siamo consapevoli, ma dall’ utopia al leccaculismo c’è una bella differenza, e non mi sembra che tale comportamento si possa giustificare con una semplice ragione commerciale, cioè soldi/copie.

      Per quanto riguarda la tua domanda finale, beh, credo di avere già risposto pubblicando un post di Renato sulla vicenda Tavolazzi, tutto scritto a favore di Grillo e del M5S, perchè per me la libertà d’ opinione non è una chiacchiera da propaganda.
      Non avendo poi nulla da propagandare mi viene abbastanza facile 😉

      Ciao

    • Renzo ti ha spiegato benissimo la situazione…la censura e la propaganda spudorata del Tossico ci ha provocato una repulsione nei confronti del m5s, che non è un movimento completamente da buttare.
      Il problema è anche l’atteggiamento dei grillini: insultano, rispondono ad una domanda con un altra domanda..il ragionamento illogico che applicano più spesso è che se io critico m5s sono a favore della casta..perchè? perchè secondo loro noi “troll del PD” (e qui ci sarebbe da aprire un capitolo a parte sull’uso a sproposito del termine troll) non forniamo un’alternativa sia della casta sia del m5s…noi lo diciamo che l’alternativa è quella di cambiare la mentalità
      degli italiani, cosi avremo politici migliori ma a loro non va bene. Loro sono
      convinti di essere delle verginelle che non hanno mai votato PD o PDL (o sono tutti 18enni?! da cosa scrivono il dubbio viene) o, se ammettono di averlo fatto, pensano di autoassolversi perchè hanno trovato il nuovo santone che predica la Verità!
      Un’altro atteggiamento sbagliato è relativo al programma: perchè su certi temi (diritti gay/coppie di fatto, testamento biologico, fecondazione assistita) non c’è nulla? io credo che il motivo sia duplice: da un lato sono persone che hanno preferenze politiche diverse che non riescono a mettersi d’accordo, da un altro lato hanno paura di perdere voti se si espongono su certi temi. Pretendono di essere votati a scatola chiusa perchè sono onesti..bella forza! non hanno mai governato! un grillino mi ha risposto: “la lotta contro la corruzione, la mafia, le lobbies e la crisi economica è più importante. Come al solito divagano…che la lobby del Vaticano sia troppo potente anche per i pentastellati?

    • Ciao Civil, mi fà molto piacere sentirti, lo sai che ti stimo. Ti rispondo brevemente, che per quello che riguarda me non censurerei proprio nessuno su un blog che ipoteticamente gestissi io, nemmeno il fastidioso Renato, per fare un esempio che trovi qui. Sarebbe parecchio ipocrita, e l’ipocrisia fortunatamente non è frai miei difetti. Ciao!

  5. OT

    @ RenzoC

    La sapevi questa? Riprendo dalla bacheca facebook di Censurati.it:

    “nel 2010 “Il Fatto Quotidiano” parlava dell’accusa per concorso esterno ad associazione mafiosa a carico di Mario Ciancio, editore siciliano e imprenditore. La procura di Catania ammette il fatto. Nel 2011 la rete televisiva di Mario Ciancio “antenne sicilia” trasmette Servizio Pubblico, con Santoro e Travaglio.. che sicuramente non sapevano.”

    • Del fatto specifico non ne ero a conoscenza, grazie.
      Di Mario Ciancio invece ne ho lette parecchie negli anni, non tutte cristalline.
      Sembra però che sia uno da non infastidire troppo.

      p.s. anche solo leggere la pagina wikipedia fa abbastanza paura:
      “Ha inoltre partecipazioni in LA7, MTV, Telecom, Tiscali e L’Espresso/Repubblica
      Nel suo stabilimento tipografico stampa e distribuisce in Sicilia e nella provincia di Reggio Calabria i quotidiani nazionali.”
      http://it.wikipedia.org/wiki/Mario_Ciancio_Sanfilippo

      • Di Ciancio si occupava a tempo pieno Riccardo Orioles, che infatti sono anni che ha serie difficoltà a tirare avanti.
        Orioles ha anche un blog sul FQ, ma che io ricordi di Ciancio non si è più occupato. Però posso sbagliarmi.

  6. Un’altro interessante articolo sul sito Lettera43. Un’intervista al nuovo amministratore del FQ Cinzia Monteverdi.
    Monteverdi ci tiene a precisare che il FQ non è il giornale di Grillo e non è difficile credergli, dal momento che tutti sappiamo che è il giornale di Travaglio.
    Per questo, seguendo le ultime scelte editoriali fatte dal quotidiano, non possiamo non pensare che Travaglio e C hanno deciso di inseguire il pubblico grillino e non solo per ragioni di affinità politica e culturale.
    Del resto è pure difficile capire quanto Monteverdi sia autonoma e autorevole all’interno della società che controlla il quotidiano, perchè da quello che traspare è arrivata ad occupare loa poltrona che fu di Giorgio Poidomani solo perché è amica di Marcolino, che è il vero dominus della situazione.

      • “Non siamo e non saremo l’organo di Grillo”
        Infatti Travaglio ha scritto della pianola.
        E poi dai, l’ organo di Grillo, sa di ….. 😀

    • Ormai è talmente acclarata l’adesione del FQ al MoV5S che il clan dei Casaleggesi tenta ad ogni piè sospinto di smentirla.
      Mi sa che Travaglio con quella pseudo-intervista a 90° (a proposito di “organo di Grillo” con pardon) abbia lanciato un boomerang mica male: d’ora in avanti gli sarà difficile spacciarsi per “giornalista dalla schiena dritta” (a 90° appunto) e “che non guarda in faccia nessuno” (difficile, in effetti, da quella posizione).

      • Mah… oramai credo che abbia la faccia da culo come, se non più di un berlusconi qualsiasi. Pertanto, quando il vento cambierà e soffierà contro grillo, il buon giornalista dalla schiena dritta, percepirà il cambiamento in tempo utile e comincerà a sfornare qualche articoletto contro grillo, in stile Libero. Poi, quando gli si farà notare i bei tempi in cui leccava ad ampie lisciate l’ano del comico genovese, affermerà che anche prima il suo giornale faceva critica al comico (ricordate quel micro periodo in cui facevano un pò di critica al comico?) e quindi sarà tutto apposto. Aggiungici un pò della sua… ironia e terrà stretto i cuori dei suoi fanatici.
        Sicuramente si scorderà di dire che nei commenti MAI si è ammutolito il fan di grillo mentre addirittura hanno optato per la moderazione preventiva, onde evitare pareri discordanti con la loro propaganda.
        Lo reputavo un buon giornalista (niente di più), ora lo reputo alla pari di tutti gli altri che critica.

      • @Ranocchio Blasfemo –
        Infatti continuerà a stazionare saldamente nei cuori dei suoi fan.
        Saranno i meno-fan il problema. Certo che con le sue entrature non avrà problemi a (continuare a )spacciare balle, il problema sarà la sua credibilità evaporata “in una delle feritoie della notte” (cit.)

  7. Non hanno pubblicato una mia risposta ad un post di Andrea Persi su questo aritcolo. Ormai il Tossico fa la telecronaca minuto per minuto di quello che succede a Parma.

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/06/15/parma-giunta-di-tecnici-per-pizzarotti-lavoro-terminato-tra-pochi-giorni/264895/

    Ieri sera il commento era in premoderazione nel rettangolo giallo, poi lo hanno fatto sparire. Ci sono dei grillini che hanno pure il coraggio di negare la censura…credono si tratti di problemi tecnici….poveri illusi.
    Cosa avevo scritto? Niente di particolare, semplicemente che la storia dei curriculum per la scelta degli assessori è una farsa, perchè è ovvio che Pizzarotti, come tutti i sindaci, può chiamare solo gente che sposa senza riserve il programma m5s, a discapito della competenza. Tu puoi provare a contattare i più grandi luminari, ma se vedono Grillo ed il m5s come qualcosa di ridicolo non ci vengono a perdere la faccia, specialmente in un comune con un debito mostruoso.

    Pochi minuti fa ho mandato un commento dove rispondevo ad lettore che faceva notare il riflesso pavloviano dei grillini: se critichi il m5s sei un servo dei partiti. Ecco cosa ho scritto:

    (l’atteggiamento dei grillini) “è un misto di manicheismo, ignoranza, vittimismo e presunzione (come se fossero tutti 18enni che non hanno mai votato PD o PDL, oddio da come scrivono lo sembrano davvero)”
    Me lo pubblicheranno? Intanto è scomparso dal riquadro giallo.

      • Jacopo Fo avrebbe serissimi problemi a fare la radice quadrata di 25, altro che “scienza”.
        Che poi faccia (involontariamente) crepare dalle risate, come quando si vanta di aver fatto installare pannelli fotovoltaici a partire dagli anni ’80 (inducendo gli allocchi che gli hanno dato spago a una perdita secca di migliaia di euro, ad essere ottimisti, in nome di una ideologia demente) finisce per restare addirittura in secondo piano, davanti alla pervicace ignoranza di questo guitto.
        PS E’ uscita (di nuovo!) la macchina ad aria compressa. Già mi sto fregando le mani, pensando al prossimo entusiasmo dei Fo, Bertaglio, Agostinelli. E, soprattutto, pensando ai bei soldoni che qualche grullo ci rimetterà: quando i soldi si separano dagli imbecilli, è sempre una buona notizia.

    • Dopo la chiusura della “MinzoParade” mi aspetto l’apertura della “GrilloParade”, con tutte le leccate, ruffianate, interviste taroccate e fetenti zerbinate che il TossiCasaleggio abbia la faccia di mettere in pista. Con particolare risalto alle buffonate più indecenti e ridicole, tipo lo “strimpellare di pianola” e la famiglia frinente a far da figurante (che figura appunto).
      Devo farmi di Maalox.

    • Sinceramente, dato gli innumerevoli commenti nel tossicodipendente riguardo a quell’intervistona, ah, no… colloquio con il comico genovese, non ero riuscito a percepire bene cosa ne pensassero i commentatori a riguardo. Fermo restando che non ci faccio mai troppo peso, dato che come si sa, la censura dirige l’ideologia dove essa vuole.
      Tuttavia pensavo che me l’ero presa male per quel… colloquio e che solo io notavo un livello di zerbinaggio che rasentava il patetico. Invece, con piacere, noto che altri si sono accorti di ciò.
      Per me non ne esce più, se non cambiando bandiera quando sarà. Secondo me avrà più difficoltà a dare spiegazioni sul perchè da intervista si è passati a colloquio, piuttosto che a giustificare il mestiere di reggi microfono a grillo.
      Tra l’altro i reggi microfono, lasciano parlare a ruota libera l’interlocutore, mentre Travaglio ha fatto di meglio: ha aiutato grillo nella sua propaganda porgendogli domande ad hoc 🙂

      • E’ chiaro dalle prime righe il leccaculismo di Travaglio, fin dall’ immagine di Grillo alla pianola che suona rimirando il mare.
        Il resto segue sulla medesima tonalità, con scanditi rintocchi lappanti.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s