Travaglio porta sfiga?

In questi ultimi anni Marco Travaglio ha fornito il proprio appoggio a varie cause, e per alcune di esse ha avuto un evidente trasporto personale, ben oltre una semplice valutazione favorevole, le ha proprio sposate e sostenute con anima e core. Peccato siano finite tutte male e forse non siamo ancora all’ epilogo.

Italia dei Valori

Marco Travaglio in una delle sue gag più divertenti

Non ha mai fatto mistero che è un elettore di Tonino, e non c’è nulla di male in ciò, anzi, Di Pietro immagino sia ben felice di avere Marcolino fra i suoi sostenitori, di sicuro qualche voto lo porta. Purtroppo forse ne avrà portati anche nel collegio di Barcellona Pozzo di Gotto, quello dove fu eletto Domenico Scilipoti , da cui si potrebbe desumere che un pezzetto di Scilipoti lo dobbiamo a Travaglio, ma è un esercizio nel quale non val la pena cimentarsi.

Senza alcun dubbio regalò uno spot pubblicitario sull’ autorizzazione a procedere votata dal Senato a favore di Mastella, IdV inclusa, mentre lui scrisse che avevano votato contro: peccato che tutti i documenti di Senato e Giunta dimostrino il contrario, e anche la dichiarazione di voto IdV (Sen. Li Gotti) sia allineata alle altre. Quindi, alzata di mano o meno, è il valore politico della vicenda che smentisce totalmente Travaglio.

Purtroppo per lui, alle ultime amministrative l’ IdV ha preso una bella tranvata (-58%), riducendosi a partito irrilevante: è forse sfiga da Travaglio?

Massimo Ciancimino

Qui nel blog si leggono alcune vicende che legano Travaglio a Massimuccio, non credo proprio serva riprenderle, lo sanno tutti che Marcolino sulle pataccate del Cianciarone ci ha campato per anni, se lo portava anche in giro per spiagge a vendere libri e dvd col carretto della mercanzia. Adesso Marcolino si sta arabattando con fantasie tipo “il puparo” e “suicidio giudiziario”, dimenticandosi (ma che strano) delle intercettazioni a Verona a casa del pregiudicato Girolamo Strangi indagato pure per ‘ndrangheta, dove, non sapendo delle cimici, Ciancimino Junior parlava a ruota libera e ha detto un bel po’ di cose interessanti: difficile se non impossibile per Massimuccio ribaltare il senso di quei dialoghi, tanto che il CSM avviò un’ indagine.

Eppure il giornalista con la schiena dritta ce lo spacciava come fonte cristallina, il nuovo eroe senza paura che stava rivelando cose inaudite. Vabbè, che su quelle rivelazioni ci vendesse un discreto numero di libri è fatto puramente casuale, non dobbiamo pensar male del più grande giornalista italiano che sia mai apparso sui quotidiani nostrani.

Solo che, nonostante ci poggiassero l’ accusa per il processo Mori-Obinu, Ingroia e Di Matteo non han potuto fare a meno di condurre Massimo Ciancimino nelle patrie galere, e piuttosto in fretta, forse per evitare che se ne occupassero altre Procure: altro episodio di sfiga connessa a Travaglio?

Gianfranco Fini

Ripensavo a quanto scrisse Travaglio per Fini nel lontano 2010: “merita un’ apertura di credito“. E solo perchè uscendo dal PdL metteva in bilico il governo del banana, il quale scatenava i cagnacci mediatici per mazzolarlo con la vicenda della casa di Montecarlo, vicenda di cui non si è più saputo molto, anche se risultava nella disponibilità del cognato di Fini. Parecchi al tempo chiesero a Travaglio se stava scherzando, ma non scherzava affatto, lui è di destra davvero e poi Fini andava contro il banana, quindi era doppiamente santo. Sì è vero, Fini aveva votato per 15 anni le leggi del banana, aveva scritto la famosa Bossi-[chi è pure l’ altro?] ma poi s’era svegliato. Troppo facile prendersela con lui per le scelte del passato [che detto da Travaglio, l’ uomo dell’ archivio, fa ridere di gusto], adesso va giudicato per quel che farà, e abbiamo visto com’è  finito Gianfry.

E così, pur di sviare l’ attenzione da Fini, il Tossico (aka il Fatto Quotidiano) apriva i cassetti e scatenava una controffensiva mirando un po’ più in alto, a Schifani, solo che nessun altro media se li filava nella crociata e loro, piccati, si ritirarono sdegnosi e solitari.

Ma la parabola politica di Fini, dopo tanto amore dimostrato da Travaglio nei suoi confronti, non poteva arrestarsi, ed infatti, citando un recente articolo di Pietrangelo Buttafuoco, è arrivato ad essere uno “scarto di Pier Ferdinando Casini“: non male come risultato, è arrivato allo zero politico in due anni. Che c’entri qualcosa anche in questo caso l’ appoggio amorevole di Travaglio? Nessuno può affermarlo per certo, però sono circostanze che fan pensare.

Beppe Grillo e M5S

Se oggi il M5S perde nei ballottaggi, il colpevole non è Travaglio, anche se adesso lo appoggia palesemente, però se fossi Grillo una grattatina sotto me la darei 😀

In conclusione, si può supporre che Travaglio porta sfiga? Forse sì, e stasera potrebbe arrivare pure la patente.

Advertisements

93 thoughts on “Travaglio porta sfiga?

        • Certo che non li ho pagati, ma non ho neanche guardato molto il servizietto in pubblico 😀
          Ho un sassolino nella scarpa da tempo con Ruotolone, l’ ho parcheggiato nelle bozze ma non ho mai voglia di concluderlo e pubblicarlo.
          Anche perchè non mi hai ancora pagato i 10 euro per leggere il blog 😉

  1. Ma oltre il Gomplotto.. lo sentite il BOOM? 😀
    Dia che IFQ vi ha accontentati, ha dato fiato alla redazione romagnola, alla fUmosa Giulia Zaccariello, il tappetino dei tavolazzi&boys.. 😉

      • E’ davvero divertente.
        In sostanza: un fantomatico gruppo pro demodiretta capeggiati da un politicante LAMENTANO la scelta di decidere democraticamente un city-manager attraverso una selezione meritocratica!
        Non ho parole! Troppo divertenti! 🙂

    • Devi ancora dimostrarmi che le PROVE che ho portato non siano attendibili. Oltre a ripetere ossessivamente la parola BALLE (anche sul blog di Grillo, spacciandosi per lui stesso per giunta), riesci a mettere insieme uno straccio di argomentazione?

      • @Detesor.Devi dimostrare tu come Casaleggio e IFQ lavorano insieme, cosa alquanto improbabile visto i recenti articoli che attaccano Gainroberto C.
        Noto ancora la tua rabbia e consentimi anche la confusione, riesci a trattenere la bile e rispondere con calma NEL MERITO?

      • Quale rabbia e bile, sei tu che sei un disco rotto, e che devi rispondere, io ho già parlato. Lascia perdere Casaleggio, che è un I-P-O-T-E-S-I (HAI CAPITO ADESSO O LO DEVO RIPETERE ANCORA?), e dimostrami che la censura me la sono inventata io. Non hai neanche risposto sul perché ti spacci per il tuo padrone sul suo blog.

      • Ah dimenticavo, quello che tu scambi per rabbia e bile è in realtà la profonda antipatia che provo per te e i fan acefali come te.

  2. Appena è arrivata la mitica viviana, una delle grilline più importanti (tanto che scrive sulla home page del buffone e ciarlatano fascista) mi hanno bannato il fake 🙂

    • marco demmini_ a me la viviana ha risposto a una critica a grillo sulla banda casaleggio dicendomi che é NORMALE che gli scrivano i testi e mi ha fatto una lista di grandi uomini di stato indicandomi le persone che scrivevano per loro .
      CREDO che per loro é arrivato il nuovo DUCE

    • Peccato, mi hai fatto ammazzare dalle risate 😀

      Comunque siamo già alle comiche finali. Sul sito di e-commerce del guru c’è la form per mandare i curriculum per un incarico pubblico. Cose da pazzi.

    • Troppe coincidenze, troppe. Ne puoi leggere qualcuna sugli altri post di questo blog dedicati al mio lavoro. Questa viviana è sicuramente legata alla moderazione. E lo stesso succede sul blog di Grillo, così dice chi l’ha frequentato.

    • Così ti impari a fare il teppista 🙂

      A parte gli scherzi con piffero che sono stati così solerti quando mi avevano clonato il nick. Ci volevano email a profusioni con allegati i link dei post dove agivano e le schemate dei commenti e forse dopo ore ottenevi risultati.

    • Sì ma come?
      Averlo saputo prima, e non è possibile, potevi fare 2 screenshot con l’ orologio incluso.
      Ma visto che puoi notarlo solo dopo, non ci sono altri sistemi per dimostrare che non è possibile prendere 40 like in 2 secondi.
      Già tempo fa avevo segnalato come dei commenti di 2 righe, privi di alcun contenuto ma favorevoli all’ articolo, risultassero stranamente votatissimi.
      E’ evidente che stanno facendo dei giochetti da 4 soldi per spostare consenso, e sarebbe molto importante poterlo dimostrare.
      Ma in che modo?

      • Allora, ti dico ho mandato in contemporanea (quasi) 4 commenti. 3 sono passati dopo un paio di minuti, il 4° è ancora in premoderazione (più di mezz’ora ormai). E indovina un po? E’ un commento articolato in cui smonto pezzo per pezzo il commento grillino che in 2 secondi ha avuto 40 like. Ovviamente questo commento sarà lasciato passare quando l’articolo non sarà più in vista e quindi il numero di like (fasulli a mio avviso) non saranno più pareggiabili, lasciando quindi a tutti l’impressione che il commento più votato sia quello grillino. Questa è la situazione. Suggerimenti?

        • 😀
          E’ notevole che io scriva “sì ma come?” e “in che modo?” e tu risponda “Suggerimenti?”
          Se non altro siamo in due a non avere idea di come poterlo dimostrare: mal comune, mezzo gaudio?
          Non c’è nessuno con una pensata geniale?
          Messora dice che la rete risolve e crea soluzioni: se non si trova il modo, ha torto Messora.
          E non è possibile, lui ha tanta autorevolezza 😀

      • Beh, basterebbe convincere Messora (non importa come) che in quel sito esiste la censura. Poi lui scriverebbe nel suo blog multimediale che c’è la censura nel fatto e chi osasse chiedere delle prove, lui risponderebbe che in 4 anni di informazione libera, ha il diritto di avere quell’autorevolezza necessaria per potergli credere sulla parola.
        Ora che lo chiamano anche in tutti i canali tv nazionali, son sicuro che potrebbe farci da megafono 😀

  3. Utilizzo questo spazio gentilmente concessomi per denunciare un altro spregevole trucchetto Casaleggio, il mercato dei like. Sull’ultimo post su Grillo sul FQ, un post (ovviamente a favore di Beppe G.) dopo 2 secondi dalla sua apparizione aveva già più di 40 like.

    • Non è uno spazio gentilmente concessoti, è uno spazio a disposizione di chiunque abbia qualcosa da dire, senza censure.
      Sei sempre il benvenuto 😉

    • Beh in parte Detestor. Da quando c’è la premoderazione le cose sono un po’ cambiate. Tipo, prima non potevi bloccarmi il commento per un’ora e passa, in modo da farmelo passare sotto traccia.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s