Fritto misto all’ italiana

Clemente Pastella, noto imprenditore irpino, titolare di alcune friggitorie, mi invia una serie di notiziole che volentieri pubblico. Si va da rating a nomen omen, passando per Grillo e il debito pubblico: un bel fritto misto, assai gustoso per una fresca domenica di gennaio. Aggiornato dopo la pubblicazione. Nuovi link al termine del post.

BBB+ Guido Roberto e lo schienadrittismo

Pare essere il refrain del 2012 lo schienadrittismo: tutti dritti, belli pimpanti e con sguardo fiero. Anche se pure sdraiati per terra la schiena è dritta, ma son dettagli.

A pagina 13 del Corriere di oggi, intervista a Guido Roberto Vitale, il mazzettaro reo confesso che parlava con Penati e Consorte nei mesi delle acquisizioni di pacchetti azionari a prezzi giudicati consoni dal suo studio, ma un po’ meno consoni a parere dei magistrati (“Insomma, Vitale si sarebbe messo d’accordo con Penati. Questa l’ipotesi dei magistrati….”), e OPA mai partite.

Estikazzi?

Eppure queste notizie non le riesco a trovare sul giornale che scrive “quello che gli altri non dicono

In rosso nel titolo dell’ articolo del Corriere troviamo ciò: “Il banchiere d’affari…” Ehhhh? Ma non era Travaglio che disse che nel FQ c’erano solo editori puri? Eppure basta aprire un libro Chiarelettere per leggere: ”

© Chiarelettere editore srl
Soci Gruppo editoriale Mauri Spagnol Spa
Lorenzo Fazio (direttore editoriale)
Sandro Parenzo
Guido Roberto Vitale (con Paolonia Immobiliare Spa)
Sede: Via Melzi d’Eril, 44 – Milano

Che sia sempre lui? E’ pure immobiliarista? Ad ogni modo chiude l’ intervista con un classico travagliota: “Bisogna avere la schiena dritta qualche volta, e Mario Monti ce l’ ha, per fortuna“. Grazie Guido, adesso vado a pranzo tranquillo, salutami Niki e De Benedetti quando li vedi.

Beppe Grillo e il debito pubblico

Qualche tempo fa avevo segnalato al vecchio amico Claudio (vecchio perchè ci conosciamo da anni! ok, Claudio? 😉 ) nei commenti al post “I questuanti” un paio di video dell’ intervento di Oscar Giannino al Forum “Anatomia del debito pubblico”.

Ieri lo stesso video me lo ritrovo in home page nel blog di Grillo, solo con 4 mesi di ritardo circa, e nemmeno completo, bensì in versione tagliata, con l’ evidente scopo di chiudere l’ intervento col messaggio forte “è tutta colpa di Berlusconi“. E’ chiaro che la propensione al debito dei governi del duo banana/3monti sia nettamente più forte degli altri, ma perchè tagliare il resto delle notazioni di Giannino, fra l’ altro molto interessanti per capire come funziona la macchina pubblica?

A questo punto, sperando che il guro Casaleggio se ne accorga prima di primavera, segnalo un altro video molto interessante che ho visto sul blog di Paolo Attivissimo: l’ intervento di Cory Doctorow al Chaos Computer Congress di Berlino. Intervento straordinario per chiarezza, analisi e lucidità d’ esposizione (con traduzione nei sottotitoli), sempre che non preferiate aspettare di comunicare con frigoriferi e cartelli stradali. Ci sarebbe anche una serie di 4 documentari BBC sul tema internet, IMHO molto interessanti, che stanno passando su SKY da alcuni mesi, ma magari ne riparlerò in futuro, se li trovo online free.

Da dove proviene invece il lavoretto di taglio e titoli di cui sopra? Ma da…

Nomen omen

Se ti scegli un nickname del genere è chiaro fin da subito da che parte stai, solo che poi diventa difficile, se non ridicolo, difendere sempre e comunque il tuo paladino, specialmente quando paladino proprio non è, e di cazzate ne fa a ripetizione.

Trarco Mavaglio esibisce un attrezzo di lavoro

Ah già, a chi mi riferisco? Ma a Trarco Mavaglio, videoblogger (almeno così lui dice), colui che ha editato, tagliato, titolato, accorciato ecc… ecc… il video di cui sopra.

Qualcosa mi dice, vedendone la foto qui a fianco, che abbia una certa attitudine ben sviluppata e non ne faccia mistero, infatti, sfrugugliando nel suo blog del FQ, trovo un simpatico articoletto nel quale il nostro Trarco si industria assai nella difesa del suo paladino, dimenticandosi però (caso strano), un piccolo dettaglio di nessuna rilevanza, almeno per lui.

Il giovin paggetto, per difendere Travaglio nella nota vicenda della prescrizione incassata in un processo penale, utilizza largamente l’ attrezzo qui sopra immortalato, e, pur non risparmiando critiche e addirittura un grassetto per il suo paladino, lo difende da tutti quei cattivoni che l’ eroe quotidianamente insulta con fare da guitto.

Ciò che sfugge a questo difensore ad travaglium, è che, a differenza di tanti altri, Travaglio si è speso personalmente e pubblicamente decine di volte contro chi incassa la prescrizione, ricordando che è sempre possibile rinunciarvi per fare in modo che la giustizia possa terminare il suo iter. Sacrosanto, fin che tocca agli altri, un po’ meno se tocca a lui, e dopo due gradi di giudizio nei quali ha perso in entrambi.

Fifì e Fofò sotto l' ombrellò

Per queste stesse ragioni, Travaglio avrebbe dovuto plaudire al generale Mario Mori e al colonnello Mauro Obinu, i quali, nel processo ancora in primo grado a Palermo che li vede imputati di gravissimi reati, hanno fatto mettere a verbale che non si avvarranno della prescrizione. Un esempio di correttezza e rettitudine morale che tanto dovrebbe piacere a Travaglio, ma ne avete forse letto qualche riga sul suo giornaletto? Io no, ma magari me la sono persa… forse. Oppure si può pensare che non ne abbia scritto perchè uno dei PM è il suo amicone Ingroia, detto anche Fofò o il Professore: vi Ciuro che non mi ricordo dove l’ ho letta 😀 

Non può esserci affatto una questione di differenza dei ruoli, altrimenti bisognerebbe distinguere che alla prescrizione devi rinunciare se sei amministratore pubblico, giornalista, militare ecc… ecc… cosa che non avrebbe alcun senso oltre ad essere anticostituzionale. Travaglio, che lo sa benissimo, ha sempre fatto il frocio col culo degli altri, però quando ha visto minacciato il suo, c’ha messo il tappo della prescrizione.

Non è una metafora molto fine, ma rende bene l’ idea, no?

Buon appetito a tutti 🙂

Aggiornamento: La foto di Guido Roberto Vitale porta ad un link che non è menzionato nel testo del post, lo scambio di lettere fra lui e Albertini. Non vorrei sfuggisse a chi legge. Aggiungo anche un link che dimostra come Guido Roberto Vitale parlasse personalmente con Consorte (ex AD Unipol) ai tempi della scalata a BNL (quella famosa per…. “abbiamo una banca?“). Chissà se c’è pure un’ intercettazione con Penati? Sarebbe divertente…

Advertisements

29 thoughts on “Fritto misto all’ italiana

    • Ho letto questa mattina della polemica, ma quello che mi ha fatto incazzare di brutto è questo passaggio nel finale:
      “…il maresciallo Ciuro presente nel villaggio in cui soggiornavo…”
      Quel gran pezzo di… giornalista di Travaglio vuol far passare la cosa come un incontro casuale, come se vai al ristorante e… tohh, guarda chi c’è: BALLE BALLE BALLE!
      La verità è un’ altra, eccola:
      “Seppi poi da Ingroia che lui era al corrente delle indagini su Ciuro fin da prima dell’estate, (e vale a dire immediatamente, perché Ciuro fu scoperto l’11 giugno 2003 – ndr) ma che – d’intesa con il procuratore capo, Piero Grasso – aveva dovuto continuare a comportarsi con lui come se nulla fosse, per non destare sospetti.” (da: “L’armadio degli scheletri” di Marco Travaglio – 22/02/2010).
      http://segugio.daonews.com/2010/03/01/ecco-perche-travaglio-fa-quello-che-si-incazza-2/
      Morale, glielo hanno messo nel …. 2 volte, l’ amico Ingroia che non poteva parlare per ragioni di servizio, e molto prima l’ amico Ciuro, che riferiva tutto al mafioso Aiello, altro che talpina come la vuol far passare lui (perchè gli conviene minimizzare).

      «Andai con la famiglia per dieci giorni al residence Golden Hill di Trabìa dove di solito alloggiavano Ciuro e Ingroia e ci fu quella buffa storia dei cuscini poi finita nei brogliacci delle intercettazioni. Io chiamai Ciuro e gli dissi: “Qui manca tutto. I cuscini, la macchinetta del caffé perché i precedenti affittuari si erano portati via tutto. Poi gli ospiti del residence mi aiutarono: chi con un cuscino, chi con la Moka… ».
      http://www.corriere.it/politica/08_maggio_15/travaglio_martirano_3b59d18e-224b-11dd-8bc7-00144f486ba6.shtml

      Era così tanto estraneo a Ciuro da telefonargli per cuscini e macchinetta del caffè: se oggi ci vuol far credere a questa storiella, il giornalista con la schiena dritta chissà cosa si inventerà per l’ altro suo amico Massimo Ciancimino.
      Curioso che queste sue fraterne frequentazioni poi sfocino in indagini di mafia: il furbacchione Ciuro però è stato stralciato dal procedimento principale perchè ha scelto il patteggiamento, con i relativi sconti di pena, ma questo fatto Travaglio non lo rammenta ai suoi uligani lettori.

      Questo che avete letto è quanto ha dichiarato Travaglio stesso, altro che un incontro casuale come lo cerca di far passare adesso!
      Ma prima o poi il conto arriva anche al giornalaio Travaglio, pagherà per tutte le cazzate che ci ha raccontato negli anni questo pennivendolo buono a nulla, capace solo di ingannare gli uligani per spillare soldi.

  1. hanno bannato pure me…i commentatori scomodi che li mettono in difficoltà e che mettono il risalto nel merito le cretinate che scrivono,vengono bannati…quelli che lanciano insulti a tutto andare sono ancora li…

    • Benvenuto nel club 😀
      Eppure Travaglio aveva detto il contrario di quanto hai scritto, che fosse una bugia?
      Mahh… è sempre così sincero Marco, staremo sbagliando noi qualcosa.

      Ciao

  2. Mamma mia, che desolante esemplare di berlusconide rosicone. Ma da dove attingi tutta la tua sapienza degna del peggior clone di zio Tibia e compagnia cantante? Oltre che dalla carta da culo berlusconiana, dalla Settimana Enigmistica? Il finale l’hai sicuramente mutuato da “Ragazza in”.

    • Meriteresti di essere cancellato, perchè sei privo di alcun contenuto, solo insulti e nemmeno divertenti, infatti non sai replicare a niente di quanto forse hai letto ma di sicuro non hai capito.
      In effetti era impossibile, servirebbe ciò che non hai.
      Solo definirmi berlusconide è una buona battuta, peccato che sia l’ esatto opposto, ma riemerge il problemone che hai, anzi, non hai 😀
      Quindi ti espongo alla gogna come merita un fan decerebrato: una sorta di trofeo, un ungulato cornuto da esibire.

      p.s. non avevo letto il tuo nick
      Se hai difficoltà in bagno a reperire carta, sono tempi duri in tutti i sensi 🙂 un blog internet non è una buona soluzione, a meno che ti trovi bene col pc dopo, il chè può essere, leggendo cosa scrivi.
      altre soluzioni invece possono essere:
      – fai a mano libera, ma ricordati di non metterti le dita nel naso dopo.
      – se li hai comprati, puoi usare il libri del tuo eroe su cianciarone e papelli, sembra siano ottimi.

  3. Bravissimo Renzo, grande stile, grande scrittura, grande personalità.
    Ti vedo molto cresciuto rispetto ai bei tempi (spero mi riconoscerai il merito di aver capito in tempi non sospetti chi fossero i sedicenti Paladini della Verità), ottime analisi dotate del giusto sarcasmo, anzi mi sa che ti coopterò in un bel sitone ad alta visibilità.

    • Troppo buono Demmini, certo che mi ricordo 😉
      Tutto quello che trovi in questo sito è rilasciato sotto licenza “fate un po’ quel cazzo che vi pare”
      E’ una nuova licenza, molto free 😀

  4. Nel frattempo ho scoperto che oggi hanno bannato persino l’immarcescibile Andrea Persi dopo quasi un migliaio di commenti :-/ Stanno alla frutta…

  5. Ho visto ceh hanno cancellato i tuoi inviti allo shopping in Alto Adige 🙂
    A proposito, curiosando su Disqus ho notato che l’ultimo articolo del dinamico duo, secondo Disqus, ha come autrice tale Paola Porciello… mi raccomando, metterci la faccia, sempre 😛

    • Infatti ti ho risposto e fotografato :p
      La Porciello la conobbi in passato su Voglioscendere, era quella che moderava ed era brava, davvero.
      Non so dirti che cosa hai scoperto, forse ha scritto dal pc della Porciello? Mahh..

      Ciao

    • Mi sa che rispondo.
      Non hanno mica capito niente, figurati poi che al FQ di me san tutto: nome cognome indirizzo e telefoni.
      Adesso che ci penso non ho comunicato il numero di scarpe, dici che è per quello? 😀
      Mentre dell’ articolo ….. (non riesco a trovare l’ aggettivo) e del mio commento in moderazione non si sa niente, silenzio assordante.
      Porelle

  6. GIOVANNI su ,su potresti essere mio figlio,io ricordo sempre una frase di MAURICE CHAPELAU:
    Le persone della mia eta mi appaiono sempre piu vecchie di me,
    poi ormai hai superato l’eta di 25/35 anni devi sapere che é la classica eta dove noi uomini facciamo le piu grosse stupidaggini percio ora é tutto bonus/malus???

  7. ciao renzo non mi offendo ci mancherebbe,in piu vecchio lo sono veramente anche se il mio carattere di toscanaccio non lo vuole ammettere,in quanto al filmato hai ragione io lo conservo ancora ;
    ma visto dalla banda che viene cosa volevi sperare ,grillo inizialmente poteva essere credibile ma da quando é entrato nella banda dei CASALESI il solo problema é fare soldi ,e fino che in italia ci saranno dei pesci cechi e sordi continuera tranquillo a gridare e incassare

      • Ritengo che sia un lapsus freudiano!
        EVidentemente il fatto che Grillo faccia così tanti soldi…

        Renzo, io ti credo abbastanza giovane. E’ una mia impressione sbagliata? Sai io ho sessant’anni e me li sento tutti…

        Ciao

        • Sono giovanissimo… di spirito 🙂

          Grande subbuglio in rete (ma dove?) per una polemica di cui me ne importa tantissimo, basta crederci.
          Ad ogni modo, leggo che cavolata sia e… il Corriere online regala ciò:
          Corriere Iacchetti
          A voler star dietro a tutti gli errori, tipo questo qui sopra, non basterebbero 240 ore al giorno.
          Personalmente preferisco dedicarmi ad altro.
          Tipo prendere in giro Giulietto Chiesa e il suo ultimo articolo catastrofista.

  8. Alla fine lo sputtanamento è rimasto: avrebbero duvuto togliere anche il commmento. Forse l’avrebbero fatto se fossi stato tu a commentare!!!

    Buttiamola sul ridere.

    Ho recuperato un mio commento fatto sul blog di Cornaglia, mio amico.

    Benedetto sia questo Paese
    che non sente più le offese
    nè avverte dolori all’ano
    nonostante il deretano
    gli assaltino con furore
    il finto pio e l’impostore.
    Mario Monti e Berlusconi
    alla fine ci lasceranno i Maroni?

  9. Ti riferisci forse al commento in cui si dice che gli euro sono 77 milioni e non 77 miliardi? Sarà perchè sono influenzato, ma mi pare che è chi ha fatto il commento ad essere caduto in errore: l’articolista parla sempre di 77 milioni, che sono quelli dati a Ligresti.
    Aiutami tu districarmi!
    Ciao

    • Adesso dice 77 milioni, all’ inizio erano miliardi, li ho letti pure io ma dovessi sempre fare screenshots per tutte le cavolate… sarebbe un lavoro a tempo pieno.
      Domanda: come faccio a sapere che erano miliardi? Penserai mica che abbia aperto l’ articolo e letto tutti i commenti dall’ inizio così a caso?
      L’ ho fatto per vedere se qualcuno, oltre a me, se ne fosse accorto e avesse commentato, ed infatti in 2 avevano scritto.
      Poi, come al solito, dopo correggono zitti zitti, senza scusarsi (a parte un anonimo “aggiornato alle …”)
      Anche il titolo su L’ Aquila adesso è a posto.
      Sono piccolezze minime, ovvio, però allietano 🙂

      Ciao

  10. Guarda, Renzo, che in questa battaglia non sei solo! Anch’io nel mio piccolo qualche legnata l’ho menata ai soloni de Il Fatto. Scherzi a parte, ti va dato atto che i tuoi colpi sono ben assestati, e lasciano ben poco scampo a quei poverini!

    Ciao
    Giovanni
    ildisfattista

    • Beh a parte qualche blogger però non c’è molto altro, siamo irrilevanti o quasi.
      Machissene…
      Tanto per farsi 2 risate:
      ecco una bella immagine in home page, della serie suspance
      “Caro Mario Monti noi de L’Aquila siamo………………….
      cosa saranno mai gli aquilani? abitanti de L’ Aquila? arrabbiati? abbandonati?
      non lo sapremo mai, all’ interno il titolo è diverso, mannaggia! 😀
      Webmaster sonnolento
      Oppure val la pena di leggere il primo commento a questo articolo su Ligresti.
      Non rilascio anticipazioni, dico solo che è un classico da giornalisti assonnati 😀
      http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/01/14/ultimo-regalo-a-ligresti/183781/

      Ciao

  11. Voglio sperare, caro Renzo, che la tua più che legittima ‘crociata’ contro la ‘famiglia Travaglio’ non ti faccia dimenticare che ben altri sono i personaggi da dare in pasto all’opinione pubblica.
    Siccome sto imparando a conoscerti, sono certo che sai bene quello che dici!

    Con stima e affetto
    Giovanni
    http://www.ildisfattista.info/

    • Nessuna “crociata”, semmai è la ragione stessa di questo blog, dovuta alle innumerevoli censure subite.
      Siccome queste cose non le scrive nessuno o quasi, e i link che ho messo sono roba di dicembre 2011, mentre ne scrivo da ormai due anni e mezzo, sarebbe ora che pure al FQ dicessero con chi han fatto società.

      Essendo un commentatore e basta, con una vita come chiunque, sarebbe da pazzo o megalomane se mi occupassi anche d’altri, i giorni sono di 24 ore per tutti, non ci son cazzi 😀 (francesismo)
      Serve forse un altro che scriva delle vaccate dei camerieri del banana? Io credo di no, mentre invece le vaccate del FQ restano nascoste, di sicuro non vanno nel mainstream.
      E allora, nel mio piccolo, provvedo a tenerle online.

      Ciao

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s