Una buona notizia: Cosentino libero

Prima di indignarvi col sottoscritto, contate fino a 10, e provate a rifletterci. Sono sicuro che anche fra i tanti giornalisti che si sono infervorati sui media, ci sia chi la pensa come me e si sta fregando le mani, con viva e vibrante soddisfazione. Poi, se vi va, commentate come volete il punto di vista che ho espresso, non censuro nessuno. Vabbè, un po’ deluso, spiego perchè è per me una buona notizia.

C’ erano due possibilità: Cosentino arrestato oppure no (sì lo so, sono preparatissimo). La prima avrebbe soddisfatto i forcaioli, dato un segnale di continuità con Papa, ovvero che gli indagati eccellenti non godono di privilegi… ecc… ecc… Fine della faccenda, con però il rischio, nemmeno troppo improbabile, che magari ne uscisse pulito, visto che la magistratura non è nuova ad errori anche clamorosi: sto ancora aspettando le certezze di Trifuoggi sul caso Del Turco. Nel caso, ecco Cosentino martire, vittima delle toghe rosse e conseguente spottone elettorale. Perchè vorrei fosse chiaro che, comunque vada il governo Monti, la legislatura finisce fra poco più di un anno, tenetelo ben in mente. Oppure, in caso di condanna, ennesimo parlamentare pregiudicato: sai che novità.

Invece, Cosentino salvato dalla Camera e con voto segreto, ha avuto un’ immediata e devastante ripercussione. Dove? Ma nella Lega, che diamine! E questa, se permettete, per me è una gran bella notizia, in sé ed anche in prospettiva elettorale! Bastava leggere o vedere le reazioni per capirne il valore politico della vicenda:

E sono solo alcuni, ne parlano tutti della spaccatura nella Lega.

Padanus comunis

Penso fra l’ altro che, e mi riallaccio al voto segreto, sia stato uno scherzetto voluto, perchè non è possibile certificarlo ma più d’ uno ha sollevato perplessità sui numeri della votazione. Sia come sia, la reazione della base leghista, che non è ovviamente rappresentata da soli elementi come questo nella foto, non ha tardato a manifestarsi, così come la frattura fra Bossi e Maroni penso che sia ormai insanabile, anche se dovessero rendersi conto che spaccando il partito sono destinati a contare poco o niente.

Il discorso allora diventa ancora più ampio, perchè se già il banana non poteva fare a meno della Lega prima, adesso sarebbe impossibilitato a mettere in piedi una maggioranza, cosa a cui pensano, visto che il lavoro sporco lo fanno fare a Monti. E a queste ragioni si allaccia il rigetto della Corte Costituzionale dei quesiti referendari. Le ragioni addotte sono un mero pretesto formale, la realtà è che Monti deve avere il tempo per concludere la legislatura, facendo quello che né destra né sinistra volevano fare per sole ragioni elettorali. I referendum avrebbero creato un problema non piccolo al governo e per questo sono stati cassati.

Ciò non significa che la legge porcata non debba essere cambiata: deve essere cambiata, e prima delle prossime elezioni. Ai partiti non è chiesto altro in questo 2012, a governare ci pensa Monti, che ha già giustamente detto che la legge elettorale è una faccenda parlamentare.

Se prima delle elezioni politiche del 2013 non sarà varata una legge che consenta ai cittadini di scegliere i propri candidati, allora sì che ci saranno ottime ragioni per andarli a prendere coi forconi.

Ma intanto il colpo inferto alla Lega, quella che sempre per ragioni propagandistiche ed elettorali ha negato il supporto al governo Monti, può essere mortale, e se lo meritano tutto. Crozza, irridendoli, diceva a proposito delle loro vomitevoli sceneggiate in aula in questi mesi: “…chissà cosa avrebbero potuto fare se fossero stati al governo…”

E allora: meglio un Cosentino in più al gabbio, o libero con la Lega frantumata?

Advertisements

22 thoughts on “Una buona notizia: Cosentino libero

    • Ma no dai che non era un colpo di scena, era solo una provocazione per stimolare una riflessione di più ampio respiro 😉
      Infatti Bossi sta già facendo marcia indietro, ci hanno messo poco a capire che è stato un autogol o forse un tiro mancino altrui.
      Qualche elettore lo perdono comunque sulla vicenda, e non mi dispiace affatto per i fedeli alleati del Fonzie di Arcore.

      Ciao

      • Bossi e Maroni: due maschere della commedia dell’arte. E’ impressionante la facilità con cui le persone si lasciano plagiare! Pur di guadagnarsi dei posti al sole i capi leghisti soffiano sul fuoco della discordia, fregandosene delle conseguenze.

        Giovanni

        P.S.
        Renzo, posso segnalarti il mio blog?

  1. hummm, eppure è sotto gli occhi di tutti il perchè
    ho sentito (manco visto) il Mentana e ne ha parlato
    presumo sia stato lo stesso anche negli altri tg

    mi fermo qui, perchè altrimenti è facillimo 🙂

    • Io ho provato a tirare due conclusioni per capire perche` bisogna prendere questa notizia con “viva e vibrante soddisfazione”:

      1) Tale fatto dimostra come le geremiadi dei profeti della cosidetta “antipolitica” fanno l’effetto contrario a quello sperato

      2) I profeti dell’antipolitica (a parole) avranno ancora pane per i loro denti per ancora molto tempo.

      • mah… io ho commentato il risultato totale dei voti, non mi sono fatto una pseudodimostrazione che il PD e l’IDV avrebbero votato la liberazione di Cosentino per spaccare la Lega ai fini elettorali non noti se non per il fatto che Lega e PDL sono maggioranza in aula e di conseguenza ancora determinano quale governo sta al potere e quale no. Considero indegno che il partito anche con il porcellum non abbia alternative valide a Cosentino, tali per cui ripropongono sempre i soliti noti (noti alla questura). Questo ne fa un partito forte? no. Poichè appena se ne va l’imperatore, i vassalli ed i vassalletti non resta nulla… tante piccole Minetti sparse e tante Sara del Giudice gabbate con l’illusione di far carriera politica. Ragionare sugli schieramenti di mentitori professionisti in un voto segreto laddove la maggioranza permane in aula è tempo perso oichè non esistono indizi sufficienti a determinare il loro operato.

        Allora si torna al dato di fatto: Cosentino libero, dato dagli scommettitori 0 0.00001 (scommetti 100.000 euro sulla liberazione e vinci 1 euro! tanto era certo)
        E’ indegno che ancor oggi esistano i voti segreti nel parlamento. Eletti con delle promesse elettorali, pagati… e non dicono cosa votano? non dimostrano il lavoro che fanno?!

        • Non sostengo che sia certo il tiro mancino, può essere come non essere, quello che conta, ed è il titolo del post, è che con Cosentino salvato da Montecitorio la Lega si è frantumata, e questo è un dato di fatto politico molto più importante, per me, di un forse camorrista in galera.
          Mina una sempre possibile rivincita del centro destra alle prossime elezioni, non che il centrosinistra sia la panacea di tutti i mali, ma di nuovo il banana, magari sotto mentite spoglie, no grazie.

          Il voto segreto invece per me è giusto, non tanto in questo caso quanto in altri dove questioni di coscienza sono molto più rilevanti dello schieramento politico: è impossibile normarlo e renderlo possibile solo per leggi dove siano presenti aspetti morali o religiosi o altre faccende che riguardano più la persona che la politica, quindi non credo sia possibile fare diversamente da come è attualmente regolamentato, ovvero il 10% dei parlamentari che lo richiede.
          Si presta ad usi impropri, lo so, ma hai altre idee percorribili?

      • Facciamo una battuta: in America hanno il Freedom of information act… noi ci teniamo il voto segreto.

        Certo i voti potrebbero quanto meno essere pubblicati per partito, pur mantenendo l’anonimato dei singoli rappresentanti del partito.
        Conosco frange della lega veneta… la lega era già spaccata quando usci lo scandalo rubygate e fu fatto il decreto truffa Roma capitale d’Italia per infrangere quel Patto di Stabilità che invece i rappresentanti di vari comuni stavano subendo.
        In quel momento la Lega di serie B (rappresentanti comunali e provinciali) si staccò nettamente dalla lega di serie A (rappresentanti a roma, figli e trote, candidati regionali prossimi a finire in parlamento).
        Poi venne la visita di Gheddafi con le 80 hostess in tenda… e la crepa divenne una fenditura bella grossa.
        eccetera…

        Fondalmentalmente in Italia chiamiamo bipolarismo il centro alleato a qualche partito di sinistra opposto al centro alleato a qualche partito di destra. E riusciamo pure a chiamare terzo polo il centro schierato al centro.
        Lo scudo fiscale è una manovra che dà addosso agli evasori…e facebook che crea gruppi chiusi di amici impossibili da vedere se non sei accettato come amico è un social network e non un asocial o clansocial network.

        bbye <– significa correttamente ciao ciao

        • Non che sia giusto in assoluto il voto segreto, però capisco che in certi casi, molti meno di quanto venga usato, possa essere comprensibile.

          Potrei stupire con una riflessione inconsueta sullo scudo fiscale (genialata all’ italiana), ma quando ne scrissi in merito, anche se in toni provocatori e senza fornire spiegazioni, su voglioscendere non capirono. Invece è davvero stata una manovra innovativa, possibile solo in Italia, senza dubbio.

          E per concludere, posso rivelare che soffrivo di disturbo bipolare, o schizofrenia,

          ma siamo guariti 😀

          Aloha

    • mica tanto, a parte Scanzi, e pure sotto traccia, non mi pare di aver visto gente stracciarsi le vesta.
      e secondo me sono fra quelli che si fregano le mani, ma per le mie stesse ragioni.
      acqua acqua

  2. Caro Renzo,
    siccome ho imparato ad apprezzarti, mi vuoi far capire perchè dovremmo prendere questa notizia con “viva e vibrante soddisfazione”. Temo di non poterti seguire su questa via.
    Cari saluti

  3. Ah, un piccolo dettaglio: la tiratura si impenna e per una settimanella buona il problema di riempire le pagine è risolto, per raccogliere la tua provocazione… 😉

  4. Non sono arrivato a questo punto, ché il personaggio è torbido, e difenderlo con l’argomento del fumus persecutionis mi pare abbastanza scandaloso. Però… però con la stessa sincerità ti dico che ieri mi sono incazzato come un bufalo quando:
    A) ho sentito pronunciare frasi come “questa decisione testimonia la distanza del Parlamento dalal società civile”. Cosa cazzo c’entra la società civile? A parte che spesso e volentieri la società “civile” – termine quanto mai fuori luogo per il nostro paese – fa schifo, e storicamente è quella che salva Barabba e crocifigge Gesù Cristo, l’unica domanda vera è: Cosentino è un perseguitato politico o no? Se si, lo si arresti; se no, a piede libero. E a culo la “società civile”, che è diventato il solito alibi da italianuzzi del cazzo per declinare la quota parte di responsabilità personale di ognuno di noi (e sottolineo noi);
    B) ho letto l’indegna canea sulla decisione della Corte Costituzionale sull’ammissibilità dei referendum. Ieri, ultimo baluardo della democrazia, oggi covo di venduti. Ma dove cazzo vogliamo andare con questa opinione pubblica da operetta?
    C) ho sentito utilizzare per la settantesima volta in un’ora il termine Casta. La casta peggiore che affligge questo paese sono i volonterosi cittadini italiani che evadono le tasse, parcheggiano in doppia fila, non hanno la minima concezione di bene comune e appena possono la mettono in culo a chiunque gli capiti a tiro se ne hanno un tornaconto.
    Ma già, il nostro problema e la fonte di tutti i nostri mali sono 975 alieni paracadutati da Marte che nessuno ha mai visto, conosciuto, votato e a cui mai nessuno ha chiesto un favore…

    • Mi trovo molto d’accordo con quanto detto da Mauro Rancati, specialmente nel punto C. Mi duole dirlo ma secondo me ha ragione il giornalista del “Mucchio Selvaggio” Massimo Del Papa a dire che (parafrasando Ortega Y Gasset) gli italiani sono un popolo di “democratici viziati che pretendono tutto e in cambio non vogliono dare nulla”.
      Forse e` proprio per questo motivo che sono sempre piu` rabbioso, misantropo e pessimista.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s