Qualcuno lo riporti a terra!

E’ caldo, indubbiamente, e il caldo gioca brutti scherzi, talvolta può anche creare miraggi, come nel deserto. Uno che ha preso una brutta botta di calore sulla pelata è senza dubbio Claudio Messora, videoblogger, come egli stesso ama definirsi. Infatti ha appena realizzato un video utopia intitolato La parabola del contadino e dello speculatore, pubblicato sia sul Fatto Quotidiano che sul suo blog personale.

E’ inutile entrare nel merito della storiellina che racconta, il succo è che la parabola non prende, nemmeno sky.

Ma quando qualcuno gli fa notare [Gianluigi Sassu 22 agosto 2011 alle 17:38] che il suo miraggio oggi non solo non è realizzabile, è persino pericoloso, perchè ridurrebbe le risorse alimentari (tanto per dirne una) a livelli medioevali, allora il Messora se ne esce con questa perla:

Claudio Messora 22 agosto 2011 alle 18:13

“in principio”. La parabola svolge e stimola una riflessione affondando le sue radici nell’essenza delle cose, quando il tempo non era ancora stato contaminato e tutto era come doveva e poteva ancora essere. “microdiffusione” e “autoproduzione” è la chiave, così come l’energia distribuita (pannelli fotovoltaici e mini-eolico). Sollevarsi a 3 chilometri dal suolo ed estendere la vista all’orizzonte è utile per comprendere.”

A tremila metri dal suolo l’ ossigeno rarefatto gli ottunde i neuroni, perchè anche soltanto arare i campi coi buoi e seminare a mano, ridurrebbe la produzione per ettaro ad un livello insufficiente per sfamare un decimo della popolazione mondiale. In pratica Messora è un predicatore di carestie 😀

Di certo però qualcosa mi ha stimolato, ma non è fine scriverlo in un blog.

Trovo che in questa parabola di Messora ci siano parecchie similitudini con la ricottina di Tvemonti

Per cortesia, se conoscete qualcuno che possa sgonfiare questo pallone che si è sollevato a tremila metri, fate qualcosa! Tiene famiglia.

Advertisements

One thought on “Qualcuno lo riporti a terra!

  1. ciao ..sei cattivissimo come tuo solito, ma indubbiamente c’è un fondo di verità in ciò che dici e ti dico la mia più in generale – a prescindere dai singoli personaggi che ruotano attorno a un certo antiberlusconismo ,costola come quella di adamo , del berluconismo ( quindi identica medaglia che non paga la ricerca autentica della verità) –

    la realtà è riconducibile a chiavi essenziali “semplici” della sua complessità di analisi e intervento a suo miglioramento, ma bisogna essere :
    1 prima di tutto INCONDIZIONABILI ( come spirito libero, non però anarcoide) condizione che manca attorno al “palco” sistema dei vip e satelliti che ruotano attorno a un certo marketing civile paladinoeggiante, feticci e fans che fanno finta di essere liberi
    2 capaci di INTERDISCIPLINARIETA’ ( cultruale economica sociale internazionale geopolitica etc etce)

    purtroppo l’era del TUTTOLOGO , iniziata indubbiamente con un certo tipo di media, quello televisivo ,e massicciamente diffusa con riverberi a peggioramento dell’italiano medio ( berlusconista e non ,liquidamente come da societa liquida) ha avuto un effetto ben più potente con l’avvento e la crescita del nuovo media e per la regola “media mangia media “, anche per la censura di cu iparli, non c’è alcuna novità sul fronte .. se pensi e studi tutta la censura di persone di valore inestimabile ( senza diminuire nulla al tuo… gli esempi che mi scorrono nella testa non sono i classici dei paladini system laddove si riferivano ai vari luttazzi) , vedi esattamente come la storia si ripete di mezzo in mezzo dato all’uomo e utilizzato dallo stesso contro l’uomo …. per farlo tale non bisogna arrivare all’iperbole dei minzolini o vespa o dell’isola dei famosi,o il gf,e la videocrazia dell’era berlusconista..bastano mille e più piccole sfumature che gia si vedevano nel vecchio mediatv e che si riprongono dall’avvento , a maggior truffa della parola democrazia all’amerikana, del movimento mentale “democrazia dal basso” :una cacata pazzesca che obbliga tutta una serie di persone che orbitano attorno ai paladini , a rinunciare senza che nemmeno piu se ne accorgano, alla loro intelligenza, perchè tale considero anche Messora..ognuno ha da dare la sua intelligenza, Messora era ed è intelligente, ma è costretto dal systema paladini ad occuparsi di tutto e il contrario di tutto con la tecnica del tuttologo non dello scienziato interdisciplinare di cui è sempre più carente la realtà intellettuale ( terorica e pratica) del nostro paese.

    personalmente prendo il meglio che ognuno deigli attori ha da dare, compreso messora o giulietto chiesa su cui ti sei scatenato 🙂 sapend oogn loro punto debole , come fragilissimo è stato ad esempio prendendo un altro da te citato, il Vulpio…lo spettacolo con Sgarbi già da solo basterebbe a farmelo cancellare dalla mia memoria, ma se sparassi su ttti e tutto non mi rimarrebbe più nessuno ..pensa un po’ che da un punto di vista didattico/artistico salvo anche Sgarbi …non salvo invece chi appartiene ai vertici di queste marionette ( fra le quali anche Messora) , non salvo chi ha organizzato e organizza i fili della pseudodemocrazia dal basso ..i vari travaglio o santoro , “casaleggi” o grilli, libertà e giustizia e tutti i movimenti simili di psuedosocietacivile …non ho la rabbia che mise Paolo Barnard nè la capacità di Antonella Randazzo e simili, nel denunciare il disegno perverso di chi ha contribuito allo sfascio del nostro paese, tanto come i complici diuna sinistra di traditori fin dall’inzio, ma so e mi regolo di conseguenza. Da soli non si poteva fare nulla contro il marcio delle fondamenta su cui hanno fatto nascere il nostro paese, così è per chi si spaccia come questi falsi paladini che cerchi di combattere .
    Dal singolo, pensante con la propria testa, si può solo sperare che agisca con altri semi di continua ricerca della verità ( che non sono nemmeno quelli delel verità ufficiali di paolo attivissimo e simili, almeno per me e non solo per me)

    un caro saluto
    r.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s